ITA Sport Press
I migliori video scelti dal nostro canale

LA VIGILIA

Milan, Pioli: “Attenti al Venezia. Ibra e i rigori? Se vorrà tirerà ancora”

Pioli, getty images

In casa Milan è già tempo di conferenza stampa di vigilia in vista della gara di domani contro il Venezia. Mister Stefano Pioli ha presentato i temi caldi della sfida valida per la 21^ giornata di Serie A nel consueto appuntamento con la stampa....

Redazione ITASportPress

In casa Milan è già tempo di conferenza stampa di vigilia in vista della gara di domani contro il Venezia. Mister Stefano Pioli ha presentato i temi caldi della sfida valida per la 21^ giornata di Serie A nel consueto appuntamento con la stampa.

Milan, le parole di Pioli

Sulla vittoria contro la Roma e la buona gara di Kalulu e Gabbia, Pioli ha commentato: "È un segno di maturità e un senso di responsabilità, di unione, di appartenenza, di un gruppo che lavora insieme per dare il massimo con grande passione. Sappiamo che la compattezza è la forza di un gruppo e lo facciamo con la consapevolezza di un gruppo forte".

Sulla possibilità di tornare alle gare a porte chiuse: "Sicuramente è un momento particolare, dobbiamo stare molto attenti e rispettare tutti i protocolli per essere il più sicuri possibili. Stimoliamo tutti i giocatori ad essere pronti visti gli imprevisti. Tamponi? Siamo controllati giornalmente e pronti per giocare. Stadi chiusi? Abbiamo sofferto tanto, pensavamo che la presenza dei tifosi possa essere normale per sempre; i tifosi devono stare molto attenti e rispettare le regole, perché il calcio con i tifosi è un'altra cosa".

Sul Venezia: "Il Venezia è una squadra ben allenata, veloce, tecnica: serve una prestazione di alto livello. Vediamo poi a fine partita cosa saremo riusciti a fare noi e cosa i nostri avversari. Ma il percorso è il nostro: vogliamo vincere le nostre partite e poi tirare le somme".

Su Ibrahimovic e il rigore sbagliato: "Zlatan è sempre incavolato, ce l'ha sempre con qualcuno per tirare da sé stesso e dagli altri tutte le motivazioni possibili. Se lui vorrà tirare ancora lo farà".

Sul campionato e la situazione con gare giocate e altre no: "Se si può parlare di campionato falsato? Il campionato è questo qua, in Europa ci sono partite che si giocano e altre, per i casi eccessivi, che non si giocano. Noi siamo contenti di aver giocato, e domani affrontiamo una squadra che non ha giocato. Vdremo domani se sarà un bene o un male. Pensiamo a vincere . Ci sono gli organi competenti che devono prendere decisioni non facili e noi ci atterremo alle regole".

tutte le notizie di