ITA Sport Press
I migliori video scelti dal nostro canale

Serie A

Milan, Pioli: “Con la Juve mi aspetto gara equilibrata”

Milan, Pioli: “Con la Juve mi aspetto gara equilibrata”

Le parole del Mister in vista della trasferta contro la Juventus

Redazione ITASportPress

La battaglia di Anfield è ormai alle spalle, e in casa rossonera non ci si può fermare: è tempo di una delle partite più attese della stagione, quella con i bianconeri di Massimiliano Allegri. Juventus-Milan è infatti il big match della 4° giornata di Serie A TIM in programma domani sera alle 20.45: Mister Stefano Pioli è intervenuto in conferenza stampa per presentare il duello dell'Allianz Stadium, con le sue parole che sono state trasmesse su Milan TV e AC Milan Official App. Nel corso della conferenza, il Mister ha voluto sottolineare il suo sostegno alle iniziative contro il razzismo del Milan: "Sono orgoglioso di fare parte di un Club che è in prima linea nella lotta ad ogni tipo di discriminazione. Quindi bisogna assolutamente andare avanti così".

SUL MATCH DI ANFIELD

"Ci siamo scottati a inizio partita a Liverpool, noi come i nostri tifosi presenti allo stadio: era tutto al top e abbiamo fatto fatica. Nonostante ciò, abbiamo saputo reagire in un momento complicato contro un avversario difficile e questo è un segnale di maturità. C'è ancora una differenza, sono sicuro che quei 90 minuti ci serviranno per rafforzare convinzioni e concetti di gioco. Mi auguro di ricordarla, in futuro, come una partita in grado di farci crescere tanto".

SULLA JUVENTUS

"Mi fa piacere ritrovare Allegri, un grande allenatore. Era difficile immaginarli, a inizio stagione, con un solo punto dopo tre partite, non credo che saremo favoriti nonostante la differenza in classifica. La Juventus ha grandi giocatori e grande tradizione, mi aspetto una partita equilibrata tra grandi squadre. Credo che ci verranno a prendere per dimostrare di essere forti, dovremo essere pronti. Il nostro livello si è sicuramente alzato, ma la competitività in Italia è molto alta e le prime sette sono vicine come valori sulla carta. Ma è il campo quello che determina tutto: domani dovremo provare a essere migliori dei nostri avversari".

SU MAIGNAN

"Non abbiamo dei fantasmi, contiamo su un grande portiere: Mike mi piace tantissimo per come affronta il lavoro quotidiano e la partita. È sempre attento, determinato, incisivo nella comunicazione. È arrivato più tardi rispetto ai compagni per l'impegno dell'Europeo, ma si è inserito nel migliore dei modi. È molto curioso, vuole sapere tutto per potere mettere le sue competenze e conoscenze al servizio della squadra".

SUGLI INDISPONIBILI

"Con Zlatan ci siamo confrontati, domani non sarà della partita lui come Calabria e Giroud, tutti per problemi fisici. Non sarà a disposizione anche Messias, che ancora non è pronto. Ci concentriamo sulle risorse che abbiamo, saremo comunque competitivi e abbiamo gli strumenti per fare bene. È inevitabile che giocando così spesso possano emergere questo tipo di situazioni: stiamo giocando tante partite di livello con intensità, penso che la situazione potrà migliorare dalla prossima sosta".

SUI SINGOLI

"Tomori e Díaz sono giocatori con grandissima qualità e disponibilità alla ricerca del dettaglio in più per continuare a crescere. Sono due ragazzi molto giovani che hanno sfruttato al meglio l'esperienza dello scorso anno, inserendosi da subito al meglio. Pellegri sarà disponibile domani sera, sta bene: è un giocatore giovane con un bell'atteggiamento e un'ottima profondità, potrà sicuramente aiutarci. Romagnoli? L'agente fa il suo lavoro, io faccio il mio: sono contentissimo di allenare Alessio, è un grande difensore che come tutti i giocatori di questa squadra è concentrato e disponibile a lottare per questa maglia. Leão sta facendo bene ed è importante che possa continuare così con la sua crescita".

SUI MARGINI DI MIGLIORAMENTO

"Noi abbiamo vinto le prime tre partite perché siamo stati squadra per 95 minuti in ogni occasione, se vogliamo competere dobbiamo giocare con attenzione, lucidità e dinamismo per tutta la gara. Da Liverpool non siamo usciti contenti e soddisfatti, abbiamo visto con attenzione le occasioni su cui possiamo migliorare e fare meglio. Pensiamo di essere forti e vogliamo dimostrarlo in ogni singola partita sul campo. Possiamo migliorare sulla costruzione, soprattutto con i movimenti senza palla: quando ci siamo riusciti abbiamo creato tante occasioni, come nel caso dei due gol. Quando lavoriamo a velocità e qualità alta con le nostre posizioni abbiamo la possibilità di mettere in difficoltà qualsiasi squadra. Domani mi aspetto un Milan più forte e consapevole: sarà un'altra partita di altissimo livello. Vogliamo essere una squadra attiva, di personalità: in questo caso avremo le nostre possibilità".

 (Getty Images)
tutte le notizie di