Milan, svolta Elliott: nuovo management, ma Yonghong Li…

Milan, svolta Elliott: nuovo management, ma Yonghong Li…

Giorni di cambiamento in casa rossonera

di Redazione ITASportPress

Dopo aver infranto uno dei paletti, Yonghong Li si appresta a perdere il Milan. Il fondo Elliott ha avviato la pratica per riscuotere la spettanza: l’azione partirà formalmente tra qualche ora, dopo aver concesso all’azionista in default il tempo di rientrare previsto dallo statuto. Ma Mr Li, da venerdì sera insolvente verso gli americani, non sembra essere intenzionato a versare i soldi dovuti e per questo motivo l’escussione verrà completata molto a breve e al suo completamento sarà Elliott il nuovo padrone del club rossonero.

MANAGEMENT – Come scrive La Gazzetta dello Sport, in una settimana, dieci giorni al massimo, verrà modificata la composizione del cda, con l’uscita di scena dei consiglieri cinesi e l’ingresso di nuovi componenti indicati dal fondo statunitense. Resterà con forza Paul Singer che da oggi sarà presidente di Elliott e padrone del Milan. Per quanto riguarda la parte italiana, invece, guidata dall’a.d. Marco Fassone, sembra essere destinata a rimanere magari con Scaroni presidente. Nell’area sportiva, il nome di Paolo Maldini è un nome che torna con forza d’attualità: la settimana scorsa, a Ibiza, avrebbe anche incontrato rappresentanti del fondo.

AZIONE LEGALE – L’ormai vecchia proprietà cinese, però, non pare intenzionata a sparire del tutto. Almeno non ora. C’è infatti un ultimo modo con cui Yonghong Li potrà legare il suo nome al Milan. La via che sembra voglia percorrere Mister Li, è quella di un contenzioso legale basato sull’eventuale extra prezzo, cioè il guadagno, depurato del debito e di 32 milioni, che il fondo otterrà da una prossima rivendita, chiaramente ove ci fosse. Il fondo Elliott infatti potrebbe anche decidere di gestire momentaneamente il Milan e provare a scatenare un’asta tra i vari acquirenti più avanti, magari portando la futura vendita ad una cifra di circa 600 milioni di euro.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy