Milan, tensione altissima in attesa della sentenza Uefa

Si teme una batosta dall’Uefa con due anni senza coppe

di Redazione ITASportPress

Momenti di tensione altissima per dirigenti e tifosi del Milan visto che è in arrivo la sentenza della Uefa e, secondo le indiscrezioni della Gazzetta dello Sport, per i meneghini potrebbe essere una botta violentissima. Si parla addirittura della possibilità di un’esclusione dalle coppe per due anni, oltre a una multa di circa 30 milioni. In questo caso – ma anche se l’esclusione fosse di una stagione sola – il club rossonero farebbe ricorso al Tas di Losanna, non prima di dieci giorni. Ecco, presentarsi di fronte al Tas non con Mr. Li accompagnato da un socio di minoranza, ma addirittura con un nuovo proprietario, potrebbe ribaltare il verdetto e stravolgere tutti gli scenari. Siamo nel campo delle ipotesi, è chiaro, e comunque è meglio fare un passo per volta. Oggi la ghigliottina dell’Uefa cadrà sul collo del Diavolo («Ieri il Milan ha chiesto equità), su giudizi basati sui fatti, regole uguali per tutti», ha twittato ieri il club di via Rossi), ma nelle stesse ore ci potrebbero essere passi avanti decisivi per un altro, storico passaggio di consegne societarie. L’era cinese che si chiude, quella americana che si apre: non sarebbe male sperare in una seconda vita svizzera.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy