Napoli, l’ex Bianchi: “E’ l’anno dello scudetto, la Juventus è logora”

“L’eliminazione dalla Champions League e anche quella dalla Coppa Italia sono due assist seri per le proprie ambizioni”

di Redazione ITASportPress

Ottavio Bianchi, l’allenatore del primo scudetto del Napoli, indica la via dello scudetto; ecco quanto dichiarato, ai taccuini de Il Mattino, dal tecnico di Brescia che nella stagione 1986-87 si laureò campione d’Italia all’ombra del Vesuvio: “Lo scudetto è solo questione di dettagli, di centimetri, di particolari. Il Napoli è lì a un soffio dal grande traguardo: perché se un anno arrivi secondo, un altro terzo, un altro ancora secondo… e allora è solo questione di avere pazienza. Il Napoli ha un solo obiettivo, deve pensare soltanto al campionato e questo aiuterà Sarri a far dare il massimo alla sua squadra. Ma l’eliminazione dalla Champions League e anche quella dalla Coppa Italia sono due assist seri per le proprie ambizioni. Non giocare in Europa non è una questione di poco conto. E anche noi abbiamo tratto beneficio da quell’eliminazione che all’inizio fu una specie di tragedia. Il Napoli ha l’Europa League, ma non è la stessa cosa. Nessuno deve dimenticarsi che quell’anno vincemmo anche la Coppa Italia facendo giocare praticamente quasi sempre le riserve. E ne vincemmo tredici su tredici mettendo in campo chi non giocava quasi mai la domenica. Panchina corta? Sono anni che non vedo giocatori che dalla panchina entrano e fanno la differenza.Penso al destino dei vari Gabbiadini, Pavoletti e Maksimovic. E poi avendo davanti a sé soltanto la lotta per lo scudetto credo che quelli che ci sono bastano e avanzano per tenere testa ad una Juventus in calo. Anche questo infortunio di Dybala può andare nella direzione giusta. Penso che trai bianconeri ci sia anche un logorio anagrafico. Gioca a vincere ogni competizione e queste partite in Champions League toglieranno energie”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy