Napoli, Llorente: “Darò il cuore per la maglia. Possiamo vincere, basta crederci”. E sulla Juventus…

Napoli, Llorente: “Darò il cuore per la maglia. Possiamo vincere, basta crederci”. E sulla Juventus…

“Come si batte la Juventus? Non è mai facile, ma quando ero al Siviglia ho fatto gol e abbiamo vinto. Bisogna crederci”

di Redazione ITASportPress

Fernando Llorente, ultimo acquisto del Napoli, ha parlato durante la conferenza stampa di presentazione. L’attaccante spagnolo, arrivato da svincolato in azzurro, si è presentato alla stampa dal centro sportivo di Castel Volturno. Ecco le sue parole:

PERCHE’ NAPOLI – “Il Napoli è una grandissima squadra. La seconda in Italia negli ultimi anni. Avevo tanta voglia di giocare ancora per una grande squadra che gioca la Champions League. Per me è stata dura aspettare. Tante opzioni, ma alla fine la più importante era questa. La Serie A sta crescendo tantissimo e non vedo l’ora di scendere in campo”. “Cosa mi ha convinto a scegliere il Napoli? La società sta lavorando da anni. Ancelotti poi è un grande allenatore. Non vedevo l’ora di essere allenato da lui“. “Il calore della gente è incredibile. Tutti mi stanno dando tanto affetto. Penso sia meraviglioso. Spero di ricambiare con tanti gol e non vedo l’ora di allenarmi ed essere in forma il prima possibile. Per me è stato un amore a prima vista. Credo sia stato reciproco”.

FORMA E GOL – “Ho cercato di allenarmi anche da solo. Non è facile perché non è lo stesso che con la squadra. Ma non sono arrivato malissimo. Devo lavorare ancora tanto per mettermi in forma. Ma sono pronto per quello che deciderà il mister”. “Io miglior marcatore spagnolo del campionato (2013-2014) e cosa posso dare in più? Sicuramente sono un pò più vecchio. Ma ho più esperienza. Giocare in Premier League mi ha fatto bene. Sono molto contento di tornare in Italia e speriamo di fare bene come in quella stagione in cui ho segnato tanti gol. Non mi metto limite di gol ma darò il cuore per questa maglia“.

NUOVA SFIDA – “Affronto questa sfida con tanto entusiasmo. Voglio fare bene, ho sempre sognato di giocare a calcio e spero di fare bene. Champions contro il Liverpool? Per me è stata una delusione la finale persa. Adesso voglio fare bene e spero di fare bene con il Napoli”. “Come si batte la Juventus? Non è mai facile, ma quando ero al Siviglia ho fatto gol e abbiamo vinto. Loro sono molto forti, hanno due squadre praticamente”. “Scudetto o Champions? Se devo decidere dico Champions. Io ho perso due finale e vorrei tornare a giocarne una e vincere”.

VINCERE – “Se possiamo vincere? Credo di si. Guardavo da fuori e pensavo questo. Adesso sono dentro e ho già conosciuto alcuni giocatori. Parliamo di una squadra con tanta qualità. Possiamo farcela, bisogna crederci, avere fiducia e non mollare mai”. “Fabian Ruiz? Un calciatore fortissimo. Diventerà un campione”. E ancora sulla Serie A: “Sarà un campionato molto difficile. Dobbiamo essere molto forti di testa”. “Non dobbiamo avere pressione, la pressione ce l’ha la Juventus. Andare di partita in partita e sapere che in campionato possiamo essere lì”.

MAGLIA 9 – “Maglia pesante? Sì, ma ci sono abituato. Il 9 mi piace molto. Mi identifico con questo numero. Io sono un numero 9 e mi piace portarlo. Speriamo mi porti bene come all’Atletico Bilbao e allo Swansea”. “Compagni di reparto? Cercherò di aiutare se qualcuno ha bisogno. Milik? Lui e tutti gli altri sono giocatori fortissimi”. “Io riserva o titolare? Sono pronto per qualsiasi cosa. Penso ad allenarmi e trovare la forma migliore. Se gioco sabato? Non so. Non ho i 90 minuti ma farò quello che mi dirà il mister”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy