Napoli, Meret e le critiche: “Errore contro l’Arsenal? Non è stata la barriera. Ai tifosi chiedo…”

Napoli, Meret e le critiche: “Errore contro l’Arsenal? Non è stata la barriera. Ai tifosi chiedo…”

“Classifica? Dobbiamo guadagnarci il secondo posto sul campo. Dobbiamo trovare le motivazioni in noi stessi”

di Redazione ITASportPress
Meret

Ancora forte la delusione per l’eliminazione dall’Europa League, ma il Napoli vuole ripartire e lo farà ad incominciare dalla gara di lunedì contro l’Atalanta. Parlando ai microfoni di Radio Kiss Kiss, il portiere azzurro Alex Meret ha fatto il punto sulla stagione, ammettendo anche cosa è andato storto nel doppio confronto con i Gunners.

Il giovane estremo difensore si è soffermato anche sul gol preso su punizione al San Paolo da Lacazette che ha indirizzato, decisamente, il mancato passaggio del turno.

MOMENTO – “Sto bene. Fisicamente bene, mentalmente provo ad eliminare la partita con l’Arsenal e ripartire per il campionato. Arrivati a questo punto si sapeva che tutte le squadre sarebbero state forti. Conoscevamo il valore dell’Arsenal e il nostro. Sicuramente è stato difficile ma noi abbiamo fatto il possibile. Purtroppo per episodi e la bravura degli avversari non ci hanno permesso di andare avanti. Bravi loro, noi ora pensiamo al campionato”.

L’ERRORE – Criticato per aver preso gol su punizione, Meret risponde: “Ho letto qualcosa sulla barriera messa male, ma su una palla centrale devo scegliere un lato su cui piazzare la barriera e mettermi dall’altro. Ho sbagliato nell’anticipare il movimento del passettino a destra, non dovevo farlo perché non dovevo aspettarmi solo la palla sopra la barriera. E’ un errore, sbagliamo tutti, penso sia giusto cancellarlo subito e ripartire”.

APPELLO AI TIFOSI – “Il San Paolo ci carica, i tifosi sono importantissimi. Vorremmo avere lo stadio pieno ogni domenica. Si vive una bella atmosfera, col San Paolo pieno per gli avversari è difficili. Ci sono state gare emozionanti, come quelle in Europa, sarebbe bello vederlo pieno anche in campionato. Ai tifosi voglio dire di continuare a seguirci sempre, anche se il periodo non è dei migliori. Abbiamo bisogno del loro supporto, del loro tifo. Li aspettiamo in tantissimi allo stadio ogni domenica”.

FUTURO – E sul proseguimento di stagione: “Dobbiamo guadagnarci il secondo posto sul campo. Dobbiamo trovare le motivazioni in noi stessi, per il gruppo, per i tifosi, per la città. Ora non dobbiamo abbassare la concentrazione e sottovalutare le gare che ci mancano. Non sarebbe giusto. Siamo un gruppo serio, abbiamo sempre dato tutto e lo faremo fino a fine campionato”. Mio futuro? Spero di fare bene nelle ultime sei partite e ripartire al meglio dalla prossima stagione”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy