Napoli, Pecci: “Per lo scudetto nulla è perduto. Juve? Squadra che può essere affrontata più facilmente”

L’ex centrocampista del Napoli dice la sua sulla corsa al tricolore

di Redazione ITASportPress
Napoli

“Ci aspettavamo qualcosa di più dal Napoli, ma, nonostante tutto, il risultato è stato in linea con le ultime tre partite. Milano è irraggiungibile in questo momento – queste le parole dell’ex calciatore Eraldo Pecci ai microfoni de “Il Sogno nel Cuore”, programma in onda su Radio Crc e condotto da Luca Cerchione, Floriana Messina e Diego Maradona Jr -. Se una squadra ha bisogno costantemente dei consigli dell’allenatore non sta crescendo. 

“Il Napoli ha raggiunto dei risultati, lo scorso anno, col 4-3-3, attendendo gli avversari e stando dietro – ha continuato Pecci -. Quando ci sono delle partite dove, magari, devi imporre tu il gioco, è chiaro che si vada in difficoltà. Niente è perduto, giocando ogni tre giorni è normale che ci siamo problemi. Mai come quest’anno si possono perdere punti per strada. È un campionato, questo, tutto da giocare”. 

L’intervista è continuata, commentando ancora il match disputato ieri sera tra gli azzurri ed il Torino: “Mi son stupito dalla prestazione del Toro, perché da tempo stava giocando il peggior calcio d’italia. È una squadra che subisce, che non sa impostare il giusto atteggiamento in campo. I problemi del Torino non sono finiti con il match di ieri sera, ma spero che sia stato un punto di inizio. 

Il cuore di una squadra è il centrocampo, quindi è chiaro che sia lì il problema degli azzurri. Per me, il centrocampo del Napoli è ottimo, ha tutto, sia quelli che equilibrano, sia chi va in profondità. Chiaramente vorremmo vedere sempre la squadra del cuore con i giocatori al top, ma non può essere sempre così.

Serve il giocatore che tira giù le maniche e ti corre dietro e serve il giocatore che ti faccia la giocata decisiva – ha continuato l’ex calciatore -; io sono dalla parte dei secondi”. 

Pecci ha poi continuato l’intervista commentando il campionato attuale:  “Lo scorso anno c’è stato un periodo in cui gli azzurri sembravano imbattibili, adesso invece sembra non riescano ad affrontare bene le squadre. La Juve, dal canto suo, ha già perso svariate partite, cosa mai capitata. Quello di quest’anno è un campionato anomalo e le distanze non sono così incolmabili”. 

L’intervista si è conclusa chiedendo all’ex calciatore se il Napoli avesse qualche possibilità di vincere la Supercoppa contro i bianconeri: “Quest’anno, la Juventus, è squadra che può essere affrontata più facilmente”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy