Nedved: “Con Agnelli siamo simili. Var toglie emotività al calcio. Dybala via? Spero di no”

Nedved: “Con Agnelli siamo simili. Var toglie emotività al calcio. Dybala via? Spero di no”

Le parole del vicepresidente della Juventus in vista della gara contro la Lazio

di Redazione ITASportPress
Nedved

Juventus-Lazio è la partita del cuore per Pavel Nedved. L’attuale vicepresidente della Juventus è stato, come un giocatore, in entrambi in club. A La Repubblica parla in vista della sfida dell’Allianz Stadium, in programma nel pomeriggio: “La vita adesso è tutta diversa e mi piace da matti. Agnelli? Col Pres ci siamo piaciuti perché ci dicevamo tutto. Sempre diretti, in faccia. Ci somigliamo. E se devo dirgli che secondo me sbaglia, glielo dico. Lui non ti risponde subito ma ti ascolta. E dopo un paio di giorni, se ci crede, fa quello che gli hai detto tu. È un uomo leale”.

SEDIE – “Quella che ho davanti nel mio posto allo stadio è sfondata. Se un giocatore non arriva sul pallone, io allungo la gamba d’istinto. E a Vinovo, se la palla viene verso di me la stoppo e la ripasso”

VAR – “Non è vero che non ci piace, ben venga la tecnologia ma dev’essere uguale per tutti. Io però credo che il Var abbia tolto qualcosa al calcio, una parte di emotività: fai gol e non sai se puoi esultare”

INZAGHI – “Mi viene da ridere, eravamo compagni di squadra e lui era un pigrone: grandissime doti un po’ buttate via”.

ALLEGRI – “Al mister siamo legatissimi ma, prima di tutto, grati, perché ha preso la Juve in un momento difficilissimo e guardate dove l’ha portata”

DYBALA VIA? – “Spero di no, ma dopo Neymar tutto è possibile, il mercato è impazzito. Bisogna trovare tutti insieme il modo di tenere i giocatori: alla fine decidono loro, e se hanno le palle restano”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy