Palermo, Zamparini: “Novellino via? Non penso tranne che…”

Palermo, Zamparini: “Novellino via? Non penso tranne che…”

A Palermo mentre la situazione sembra precipitare con la squadra rosanero che non vince da tempo, il presidente Maurizio Zamparini viene sopraffatto dal desiderio di cambiare l’allenatore

di Redazione ITASportPress

Forse sì, forse no. A Palermo, mentre la situazione sembra precipitare con la squadra rosanero che non vince da tempo ed è al momento in Serie B, il presidente Maurizio Zamparini viene sopraffatto dal desiderio di cambiare l’allenatore e sfoglia la margherita. A Radio Kiss Kiss, il patron rosanero ha detto: “Non penso che Novellino debba temere nulla, a meno che non dia le dimissioni anche lui. Non è all’ultima spiaggia, credo che abbia tutta la voglia di tirarsi fuori ma è chiaro che è un momento molto molto difficile. Tecnicamente abbiamo qualcosa in più delle squadre rivali della salvezza, ma manca il loro mordente. Non è facile. C’è sempre fiducia, ci mancherebbe, anche se è un momento terribile. E’ un’annata disgraziata – ha proseguito – ci sono già passato e con una squadra anche più forte di questa, con Hernandez, Dybala, Ilicic e Miccoli. E’ successo al Verona prima di noi. Nella storia credo non sia mai successo che tre allenatori abbiano consegnato le dimissioni nella stessa stagione. Vero che ne ho esonerati tanti, ma ne ho persi tre”. Il presidente ha parlato anche dei presunti errori arbitrali. “Sono nel calcio da trent’anni, una volta si parlava di sudditanza. Se un arbitro non dà un rigore alla Juventus, viene massacrato sui giornali il giorno successivo. Al Palermo – ha concluso – invece non succede nulla… Quest’anno non abbiamo avuto un rigore a favore, pur essendocene almeno sei o sette. Guardate pure la partita col Napoli, con un rigore inesistente. Se quella cosa fosse successa al Napoli o al Milan, sarebbe stato il putiferio, è successo al Palermo e non si è detto nulla”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy