Pandev: “Salvo il Genoa e poi mi ritiro…”

Pandev: “Salvo il Genoa e poi mi ritiro…”

L’attaccante del Grifone ha le idee chiare sul proprio futuro in rossoblù e nel mondo del calcio.

di Redazione ITASportPress
Pandev

“Mi manca allenarmi con i mie compagni. Il calcio è la nostra vita”, inizia così il racconto di Goran Pandev al Corriere dello Sport. L’attaccante del Genoa sa bene di essere arrivato quasi al capolinea della sua carriera calcistica e non ha alcuna intenzione di dire addio senza fare ritorno in campo. Lo stop per l’emergenza coronavirus non lo fermerà e non bloccherà neppure la voglia di salvezza del Grifone.

Ripresa campionato

Pandev
Genoa Pandev in azione (Getty Images)

Sulla ripresa del campionato di Serie A, il macedone ha spiegato: “Ricominciare il campionato? Lo spero, ma la decisione spetta alle autorità competenti che sono sicuro faranno la scelta migliore. Ripartire sarebbe comunque un segnale importante per tutta l’Italia. Le persone e tutta la gente guarderebbero quello e non più solo le news sul coronavirus. Anche se giocare senza pubblico non sarà il massimo… Se il campionato dovesse chiudersi qui mi dispiacerebbe per il mio Genoa. Nell’ultimo periodo abbiamo fatto vedere grandi cose e dimostrato che possiamo salvarci tranquillamente. Nicola ha portato entusiasmo e fiducia nel gruppo”.

Pandev e il ritiro

E a livello personale: “Il mio ritiro? Al momento penso ancora di terminare dopo questa stagione la mia carriera. Mi immagino la mia gara d’addio al calcio con tanta gente allo stadio, voglio salutare il popolo rossoblù perché qui ho passato 5 anni bellissimi e devo solo ringraziarli”, ha detto Pandev. “Qui al Genoa la gente mi vuole davvero bene ed è giusto che finisca la carriera nel club più antico d’Italia. Volevamo e vogliamo salvarci. Smettere dopo questa stagione? Prima della pandemia avevo detto che avrei salvato il Genoa e poi mi sarei ritirato, ora spero termini presto questa situazione e poi vedremo cosa succederà. Ho dato tutto per questa maglia, vorrei poter dire addio al calcio in un Luigi Ferraris pieno di tifosi”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy