Parma, Liverani: “Squadra in costruzione. Vorrei avere i dubbi di Gattuso”

Le parole del tecnico alla vigilia del campionato

di Redazione ITASportPress
Liverani

Fabio Liverani, allenatore del Parma, ha parlato in conferenza stampa alla vigilia della gara contro il Napoli valida per la prima giornata di Serie A. Il neo tecnico ducale ha presentato la partita contro i partenopei ai media presenti in sala stampa.

Parma-Napoli: parla Liverani

Liverani
Fabio Liverani (getty images)

Fabio Liverani analizza l’avvicinamento al match: “E’ una settimana atipica. La squadra ha lavorato bene, sapendo le difficoltà che possiamo incontrare. Il Napoli ha mantenuto quasi integralmente la rosa e ha fatto un acquisto da 70/80 milioni: sarà un ostacolo un pochino più grande dato che hanno cambiato poco dalla scorsa stagione. Ho chiesto di fare una partita per vedere a che punto siamo. La squadra è in costruzione, c’è stato un cambio di proprietà: dobbiamo vedere a che punto siamo. Il Napoli è una squadra organizzata che concede poco e riparte molto bene. Servirà attenzione per non prestare il fianco alle loro ripartenze, sapendo che soffriremo, ma vogliamo farli soffrire anche noi. Il cambio di proprietà ha portato definizione. E’ stata una presentazione in stile giusto, che prosegue un progetto già impostato dalla vecchia proprietà. Ad oggi abbiamo fatto le presentazioni, ora ci sarà da lavorare perché il tempo stringe. Mi auguro che questi giorni di mercato scorrano veloci, per poi chiudere e chi c’è c’è. Formazione? Ci sono cinque cambi, potremo cambiare la partita in corso. Valuteremo se giocare con due punti o una sola. Devo ancora fare qualche valutazione. Karamoh è un giocatore come gli altri, devo fare valutazioni se può partire o meno. Nella totalità della rosa abbiamo fatto 4 o 5 allenamenti, non di più, però ho visto la rosa lavorare bene. Faremo un partita di sostanza. La squadra deve adattarsi al modo di giocare degli attaccanti che avremo in campo. Tutti i nostri attaccanti possono coesistere: Inglese svaria molto più di Cornelius. Dovremo essere bravi a far ruotare chi avremo a disposizione. Questa squadra ha perso Kulusevski e Caprari: 14/15 gol della passata stagione. Dobbiamo essere bravi a fare in modo che il 6 di ottobre ci sia una squadra completa, con magari qualche giovane che possa inserirsi grazie all’ossatura già presente. Dobbiamo mantenere gli equilibri. Mettere il nuovo senza perdere il vecchio. Qualche manovra di costruzione per alzarci nella metà campo avversaria. Ma questo non vuol dire che non ci saranno partite in cui dovremo aspettare nella nostra metà campo. Osimhen o Mertens? Sicuramente è un bel dubbio che vorrei anche io. C’è anche Petagna. Abbiamo analizzato tutte le possibili varianti in fase difensiva, servirà un lavoro di squadra, sia di difesa e centrocampo che dei tre davanti. Il gruppo un valore molto alto, chi ha un gruppo forte e unito ha più possibilità di fare bene. Nella mia vita calcistica, le grandi soddisfazioni sono arrivate con un grande gruppo. Mi piace aver visto la squadra al completa l’altra sera a cena. Mi ha fatto piacere. E’ un appuntamento che mi piacerebbe mantenere durante l’anno, ha un valore molto alto. Gattuso e io abbiamo condiviso tante partite. Sia io che Rino abbiamo dovuto pagare la cena l’altra sera. E’ un amico. Non firmerei per il pareggio, non lo farei mai se non per un obiettivo definitivo”.

INCIDENTE PICCANTE PER L’EX DI UN CALCIATORE

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy