ITA Sport Press
I migliori video scelti dal nostro canale

LEADER

Pellegrini: “Roma non di passaggio. Italia? Dobbiamo andare al Mondiale”

Pellegrini (getty images)

Il centrocampista giallorosso si racconta

Redazione ITASportPress

Lorenzo Pellegrini si racconta a Sportweek. Il centrocampista della Roma ha parlato della sua esperienza in giallorosso, del ritorno nella Capitale dopo il Sassuolo e anche della Nazionale: "Tornare a Roma era il mio obiettivo, una sfida. Il club aveva quella recompra che i miei agenti si erano inventati. Era un controsenso: mi hai venduto a un milione e mi ricompri a dieci? Lì è stato bravo Massara, che mi ha rivoluto. Con Ricky avevamo un ottimo rapporto, io credo che per un d.s. sia importante instaurare una relazione con lo spogliatoio. Lo ha fatto anche Pinto in questi mesi".

Sulla squadra giallorossa e la fascia da capitano: "La fascia è una responsabilità in campo e fuori. La mia sta anche nel far capire ai nuovi che questa non è una maglia qualunque e la Roma non è un posto di passaggio. Mi identifico molto in quello che dice Mourinho. La sua storia parla per lui: è venuto a Roma per trasmetterci la sua mentalità, ma ora contano i fatti. Dobbiamo lavorare ogni giorno meglio. Lui però si arrabbia per un pallone non dato, per una rincorsa non fatta. Mai sentito arrabbiarsi per un errore tecnico".

Capitolo Italia e Qatar 2022: "Si deve andare. Purtroppo, per nostri demeriti, abbiamo imboccato una strada difficile. Ne parliamo tra noi della Nazionale nel gruppo su Whatsapp. Pensavo di avere in mano la situazione e invece...".

 Pellegrini (getty images)
tutte le notizie di