ITA Sport Press
I migliori video scelti dal nostro canale

IL MONITO

Perotti: “Senza Sabatini avrei smesso di giocare. Sulla salvezza con la Salernitana…”

Perotti (getty images)

Parla il calciatore argentino tornato in Italia per provare a salvare la squadra di Salerno

Redazione ITASportPress

Diego Perotti ha parlato a 360° della sua nuova esperienza alla Salernitana raccontando diversi retroscena sulla sua recente carriera e soffermandosi sul finale di stagione che attende la sua squadra. Parlando a Il Mattino, il Monito ha detto: "La salvezza non dipende solo da noi purtroppo, ma mancano ancora molte partite, ci sono tanti punti a disposizione. Bisogna cominciare a vincere soprattutto gli scontri diretti".

Sulla città: "Avevo visto delle immagini, me ne avevano parlato e sono molto felice di essere arrivato in un posto così. La gente è rispettosa, ti dà coraggio. È come ricominciare da zero, sono qui per dare tutto".

Un dare tutto che a cui Perotti crede al 100% anche perché ammette di essere davvero grato alla piazza e a Sabatini che lo ha riportato in Italia: "Purtroppo ho avuto tanti infortuni e poi problemi con la società al Fenerbahce. Mi sono sentito abbandonato e ad una certa età non lo meritavo, anche per il mio comportamento sempre professionale. Sabatini per me è il numero uno. Sono tornato a giocare grazie a lui, altrimenti avrei smesso. Gli sarò sempre grato, perché è una scommessa prendere uno che non gioca da oltre un anno, oltretutto dopo essere appena arrivato in una nuova società. Mi ha chiamato e il giorno dopo ero a Salerno. Il modo più corretto e concreto per dire grazie a lui e alla società è dare il 100%. Devo dimostrargli non si è sbagliato".

 Perotti (getty images)

Perotti (getty images)

tutte le notizie di