Pescara, l’ex Renzetti: “Con Zeman uno su tre diventa fenomeno. Lavoratore onesto e coerente”

Le parole dell’ex presidente del club adriatico, ora proprietario del Lugano

di Redazione ITASportPress

Angelo Renzetti, ex presidente del Pescara, è ora il proprietario del Lugano. L’imprenditore abruzzese ha anche ingaggiato Zdenek Zeman come allenatore degli elvetici, ma il rapporto di lavoro è durato solo un anno. In un’intervista al quotidiano locale “Il Centro”, Renzetti parla del tecnico boemo e della squadra adriatica: “Non mi aspettavo il Delfino in fondo alla classifica, nelle prime gare si era espressa a buon livello, poi è calata a livello mentale .[…] L’organico, oltre ad avere forti criticità, non è adatto al calcio di Zeman. Lui ha bisogno di tempo per trasferire le sue idee ai calciatori e da qui alla fine della stagione sceglierà i giocatori che resteranno con lui. Zeman sa valorizzare i giovani e, di conseguenza, la società metterà a frutto ingenti plusvalenze. So già che sono stati acquistati Proietti del Bassano e Mancuso della Sambenedettese. Ne arriveranno altri e con Zeman almeno un uno su tre diventa un fenomeno. Lui è un lavoratore onesto e coerente, gli voglio bene. Ad aprile verrò a Pescara e lo inviterò a cena”.

Screenshot_1

L’intervista completa in edicola con Il Centro

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy