Pippo Inzaghi non ha dubbi: “Senza il lockdown, Lazio scudettata”

Il tecnico del Benevento analizza il momento della squadra del fratello Simone

di Redazione ITASportPress

La Lazio cade anche contro il Lecce e vede sfumare le ultime speranze di giocarsi lo scudetto. Infatti i biancocelesti si trovano a sette punti di distacco dalla Juventus, ma rischiano di perdere ulteriormente terreno. Un tracollo clamoroso se si pensa che alla ripresa del campionato gli uomini di Simone Inzaghi si trovavano a una sola lunghezza di ritardo dalla Juventus.

Inzaghi
Inzaghi (getty images)

RIMPIANTO

A sostegno del tecnico biancoceleste è arrivato il fratello Filippo, allenatore del Benevento. Il maggiore degli Inzaghi ha analizzato la situazione laziale ai microfoni di Sky Sport: “Credo che il grande obiettivo della Lazio sia entrare in Champions League. A inizio anno era un miracolo. Senza il lockdown la Lazio avrebbe vinto lo scudetto. Era sulle ali dell’entusiasmo. La squadra viaggiava col pilota automatico e il pubblico lo aiutava. Inoltre la Juventus avrebbe dovuto giocare ogni tre giorni avendo anche le coppe. La ripartenza, con una partita ogni tre giorni, ha avvantaggiato nettamente i bianconeri, che hanno una rosa superiore. Così alla lunga non c’è più storia. Mio fratello Simone ha avuto tantissimi infortuni. Se Sarri dovesse perdere Bernardeschi, ecco Douglas Costa. La Lazio ha tenuto testa alla Juve, ma in queste condizioni non c’è davvero storia”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy