ITA Sport Press
I migliori video scelti dal nostro canale

STORIA

Quagliarella: “Storia stalking un incubo. Provavo ad essere gioioso coi compagni ma…”

Quagliarella (getty images)

Il bomber si è raccontato alla presentazione del documentario a lui dedicato

Redazione ITASportPress

Nella serata di ieri è andata in scena la presentazione del documentario dedicato all'attaccante Fabio Quagliarella dal titolo 'Quagliarella-The Untold Truth', presentato nella sala Grecale dei Magazzini del Cotone di Genova, e prodotto da Mola Tv. Si tratta della storia del bomber ora alla Sampdoria tra carriera sul campo e gli anni di ansia e paura vissuti a casa di una brutta vicenda di stalking.

Nel corso della serata, il giocatore ha parlato sia di quegli anni sia della decisione di raccontare la sua vita pubblicamente: "Tante volte rivedendo le immagini ti vengono in mente i compagni di squadra, e spesso sono stato introverso. Ho provato a far vedere la mia parte gioiosa, però era difficile: vivevo un incubo, sorridevi ma non riuscivi a essere davvero partecipe, dentro di me ero morto. Ho cercato di far vedere la parte felice, del Fabio ragazzo normale", ha detto nel corso della presentazione Quagliarella visibilmente emozionato.

Sul documentario: "In un primo momento quando mi hanno prospettato l'idea di un documentario ero molto scettico perché non ho avuto la carriera di Totti, Del Piero e altri. Ma ho avuto questa particolarità della mia vita. Faccio fatica a parlarne, aprire di nuovo quella voragine, perché la devi riaprire in quel caso, tu devi snocciolare tutto". E ancora: "Subito avevo detto poi vediamo. Col passare del tempo mi sono fidato dell'autore e di tutta la sua troupe. Poi piano ci siamo aperti io e la mia famiglia".

 Quagliarella (getty images)
tutte le notizie di