ITA Sport Press
I migliori video scelti dal nostro canale

IL BOMBER

Rimpianto Immobile: “Col polpaccio non si scherza altrimenti avrei giocato contro Juventus”

Immobile (getty images)

Parla il centravanti della Lazio

Redazione ITASportPress

Presente a Formello, in veste di arbitro nella gara amichevole per l’evento "Fratelli tutti", organizzato con Papa Francesco, l'attaccante della Lazio Ciro Immobile ha commentato la coreografia che il popolo biancoceleste gli ha dedicato sabato prima della partita contro la Juventus per festeggiare il traguardo raggiunto di miglior bomber di sempre della società. Queste le sue parole riportate dal Corriere dello Sport: "Pazzesco, il più bello che un giocatore possa ricevere. A parte i gol, gli assist o quello che succede in campo, quando la tua gente ti acclama così significa che gli hai lasciato qualcosa dentro. Come persona, non solo da calciatore. È stata un’emozione che porterò sempre dentro di me".

Immobile ha poi commentato anche le sue condizioni fisiche e il momento della squadra dopo il ko contro la Juventus: "La squadra non mi è dispiaciuta. Mancava soltanto l’ultimo passaggio o una giocata per poter segnare, però siamo sulla strada giusta. Vista da fuori, lo posso dire a maggior ragione, siamo diventati ancora di più squadra. L’ho detto anche ai miei compagni alla fine della partita: continuando con questo spirito, ci prenderemo delle belle soddisfazioni e faremo contenti i tifosi. Stiamo facendo con maggiore spensieratezza quello che ci chiede Sarri. Era il primo obiettivo. Il campionato è ancora lungo, abbiamo tempo per recuperare i punti persi. È ovvio, siamo un po’ indietro, però ce lo eravamo detti. Era fondamentale trovarci come gruppo, come squadra. Ci siamo riusciti. Ora servirà continuità".

E sul problema fisico: "L’infortunio va meglio, ogni giorno miglioro. Se non fosse stato per il polpaccio, probabilmente ce l’avrei fatta a giocare con la Juve ma si tratta di un muscolo particolare, delicato. Era preferibile non rischiare. Devo fare la risonanza di controllo. In questo momento il dolore è passato, ho solo un po’ di paura. Non vorrei fermarmi di nuovo, ci vuole cautela. Spero di tornare presto".

Oggi il centravanti eseguirà ulteriori accertamenti per capire se potrà tornare a disposizione di Sarri per l'Europa League o per la prossima sfida di campionato contro il Napoli.

 Immobile (getty images)
tutte le notizie di