ITA Sport Press
I migliori video scelti dal nostro canale

gazzanet

Rocchi: “VAR a chiamata una possibilità. Presto dialoghi pubblici tra sala e arbitro”

Gianluca Rocchi (getty images)

Parla il designatore degli arbitri

Redazione ITASportPress

Intervenuto a Radio 1 Rai nel corso di Radio Anch'Io Sport, Gianluca Rocchi, designatore degli arbitri in Italia, ha affrontato diversi temi caldi dell'attualità calcistica nostrana tra direttori di gara, VAR e Serie A.

VAR - "La centralità dell'arbitro è importante. Bisogna riportare l'arbitro al centro del progetto", ha sottolineato Rocchi. "Il VAR è uno strumento favoloso se l'arbitro fa bene in campo. A quel punto chi è dietro il monitor può davvero aiutarlo. Se invece l'arbitro non fa bene, la tecnologia diventa quasi un nemico. Il VAR comunque non è una cosa per tutti, infatti, al momento non tutti i nostri arbitri lo stanno facendo. L'arbitro in campo vive di sensazioni e al monitor sei 'schiavo delle immagini'". Sul VAR a chiamata: "Non ho mai detto di no. Per quanto mi riguarda non sono contrario".

AIUTO IN SALA - "Un ex giocatore in sala VAR? Sono del parere che ci sia necessità di dialogo e di confronto con i calciatori. Io, infatti, sto invitando ad ogni raduno un professionista del settore. Chiaro è che la lettura da arbitro è diversa da quella di un calciatore. L'arbitro ha una mente portata alla decisione".

MARESCA - "Lo rivedremo presto. Parlai con Maresca dopo la partita in questione (Roma-Milan ndr). Non mi era piaciuta la gestione della gara non la decisione dei singoli episodi. Tornerà presto, magari prima una gara in Serie B e poi di nuovo in A".

ARBITRI-ALLENATORI - "Quanto soffre un arbitro quando c'è un allenatore agitato, magari con degli scatti come Mourinho? Quando le persone attorno protestano vuol dire che qualcosa non è andato nel verso giusto. Noi chiediamo dei comportamenti consoni agli allenatori. Vedere comportamenti sopra le righe creano tensioni".

DIALOGO PUBBLICO - "Audio pubblici tra VAR e arbitri? Penso che siamo vicini a far ascoltare gli audio tra arbitro e VAR. Penso sia giusto ascoltarlo. A noi serve anche come didattica".

PROTESTE - "Serve educazione, da parte degli arbitri ma anche da parte di tutti. Ho chiesto di essere severi, perché quando si formano quei campanelli attorno all'arbitro è sbagliato. Non lo sopporto".

TEMPO EFFETTIVOE RIGORI - "Potrebbe essere un sinonimo di correttezza per tutti". "Rigori in aumento? Penso ci sia un dato importante ma è normale con la tecnologia. Molti falli di mano e altri falli ora sono meglio visibili".

FUORIGIOCO - "Noi applichiamo le regole ma non le facciamo noi. Il fuorigioco con la tecnologia è diventato un problema dimenticato".

 Rocchi (getty images)
tutte le notizie di