Roma, Di Francesco: “Dzeko sarà titolare. Schick non è sereno”

Il tecnico giallorosso: “Io non ho mai parlato di scudetto, le ultime prestazioni ci dicono che dobbiamo migliorare, ma siamo competitivi per arrivare in Champions”

di Redazione ITASportPress

Eusebio Di Francesco, tecnico della Roma, è intervenuto in conferenza stampa alla vigilia del big match contro l’Inter; ecco quanto dichiarato: “Domani voglio determinazione, coraggio e spensieratezza. Io sono sereno, dobbiamo portare prestazione e atteggiamenti giusti, voglio fatti, ultimamente ne abbiamo fatti pochi, dobbiamo ritrovare prima possibile le cose che abbiamo smarrito. Io non ho mai parlato di scudetto, le ultime prestazioni ci dicono che dobbiamo migliorare, ma siamo competitivi per arrivare in Champions. E magari non siamo ancora all’altezza di chi ci precede, ma questa sarà una settimana molto importante per dare una risposta, abbiamo lavorato molto a livello mentale. Ho cercato di alzare tanto l’attenzione facendo riferimento alla professionalità, mi auguro che il mercato non influisca, pretendo che sia così”.

SQUADRA – “Edin Dzeko sarà in campo dal primo minuto ed è carico e motivato, De Rossi è convocato con la speranza di giocare, Gonalons e Perotti non saranno convocati. Perotti speriamo di recuperarlo con la Samp in casa, lo stop del francese sarà un pochino più lungo. Schick? Se uno non è libero di testa fa fatica. Le risposte le da solo il campo, ma sono contento di come si è allenato questa settimana”.

Prima della conferenza stampa Di Francesco, ha parlato il direttore sportivo Monchi: “Ci troviamo costretti a fare chiarezza: da troppi giorni la Roma viene descritta come una società che sta smobilitando. Ho letto che stiamo cedendo giocatori a loro insaputa, e questo è lontano dalla realtà. Abbiamo giocatori forti in rosa che piacciono a tanti club. Se arriveranno offerte importanti, è mio dovere valutarle. Ho fatto nello stesso modo a Siviglia e per fortuna ho avuto dei risultati. Io prenderò tutte le decisioni che ritengo giuste. Ho fatto tante telefonate, forse tre volte di più rispetto a quante ne ho ricevute per i nostri giocatori. Voglio essere chiaro, la Roma non vuol ridimensionare la rosa e non va a caccia di offerte per i propri calciatori. Il nostro obiettivo resta quello di rinforzare la squadra. Un ds è felice quando i nomi che segue non escono sui giornali, ma nessuno pensi che stiamo dormendo sul mercato”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy