Roma, porte aperte a giugno e la dirigenza si tuffa nel mercato

Una vera rivoluzione prevista per la nuova stagione

di Redazione ITASportPress

Fonseca sì, no, forse. L’allenatore della Roma sta vivendo una stagione che si alterna tra fiducia dell’ambiente giallorosso e possibilità di divorzio a fine stagione. L’ex tecnico dello Shakhtar potrebbe essere salutato dalla nuova proprietà americana – che sembra puntare tutto su Massimiliano Allegri – ma non sarebbe l’unico a lasciare la Capitale al termine della stagione. Dall’allenatore ai portieri, i Friedkin studiano le mosse per la prossima estate.

ROMA, TUTTI IN PARTENZA

Nonostante Pau Lopez è ritornato il titolare tra i pali, la Roma spera che l’estremo difensore possa mettersi in mostra in modo da attirare le attenzioni di qualche club, disposto anche a spendere una cifra intorno a 15 milioni. Una somma questa che consentirebbe ai giallorossi di rientrare dall’investimento fatto per lo spagnolo. Sicuro partente è Mirante, per un periodo preferito a Lopez, e che ora potrebbe approdare al Milan come secondo di Donnarumma. Infine Olsen: attualmente in prestito all’Everton, lo svedese ha già fatto sapere di voler restare in Premier. Per giugno, l’obiettivo numero 1 sembra esse Musso dell’Udinese, valutato però 20 milioni dalla società di Pozzo. Ecco perché i Friedkin potrebbero scegliere di virare su Silvestri del Verona, più “anziano” del friulano ma con un costo pari alla metà. Occhi puntati infine su Alex Meret: il portiere del Napoli sta soffrendo la concorrenza di Ospina, ma il club partenopeo si priverebbe del 23enne solo per un’offerta tra i 20-25 milioni. Data la giovane età e il potenziale tecnico, la Roma potrebbe anche fare uno sforzo.

Pau Lopez (Getty Images)
0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy