Roma, Spalletti: “Il Napoli ci ha fatto penare per prendere palla”

“Loro sono stati molto più bravi nella velocità e nel far girare palla, non siamo quasi mai riusciti ad alzare i ritmi della partita”

di Redazione ITASportPress

Luciano Spalletti, allenatore della Roma, ha analizzato così la sconfitta casalinga contro il Napoli ai microfoni di Premium Sport: “Loro sono stati molto più bravi nella velocità e nel far girare palla, non siamo quasi mai riusciti ad alzare i ritmi della partita, ci hanno fatto penare per riconquistare il pallone. Quando gli altri sono bravi a girarla, poi diventa più difficile e loro sono stati più bravi e hanno meritato il vantaggio. Nella ripresa c’è stata anche un po’ casualità, tutta un’altra partita. Stanchezza? Se ne parliamo, si peggiora la situazione, fate questi discorsi tra di voi. Nel finale di partita abbiamo avuto un comportamento totalmente diverso, non ho nessun vantaggio e nessun merito nel dire che i miei giocatori non sono stanchi. Abbiamo dimostrato nel finale di partita di non essere stanchi, è il modo di confrontarsi con la squadra, quando ci salutiamo se vedo uno con gli occhi bassi non si trova riscontro. Abbiamo un periodo di partite importanti che vanno affrontate nella maniera giusta. Oggi nel primo tempo non siamo stati coraggiosi nel tentare qualche giocata volante, a trovare l’uomo fra le linee e ci hanno messo in difficoltà nel recuperare i palloni. Nella ripresa abbiamo fatto più uno contro uno, allora s’è vista una squadra diversa, che aveva una fluidità diversa, uno spirito diverso dal punto di vista fisico. Salah nella ripresa? È stata una scelta tattica, tutta colpa mia se ho fatto qualcosa di sbagliato. Perotti ed El Shaarawy? Hanno fatto abbastanza bene, la squadra non li ha aiutati molto, però i ragazzi hanno fatto quello che dovevano fare, delle volte si incide di più, delle volte di meno, ma l’impegno c’è stato”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy