ITA Sport Press
I migliori video scelti dal nostro canale

Serie A

Salernitana, tifosi: “Gravina, basta agonia meglio ripartire dalla D”

(Getty Images)

La tifoseria teme che la mancata cessione del club sia legata ad una strategia di Lotito e Mezzaroma tesa ad ostacolare i tentativi di acquisizione delle partecipazioni societarie

Redazione ITASportPress

I tifosi della Salernitana sono spazientiti e stanno vivendo con trepidazione le decisioni sul futuro del club che entro 11 giorni dovrà trovare un nuovo proprietario. Senza un nuovo soggetto giuridico ci sarà l’esclusione dal campionato di Serie A. La Lega A si è espressa per far continuare il campionato fino a giugno ma i tifosi sono contrari e hanno invitato al presidente della Figc Gravina a mantenere la promessa come riportava nel match contro l'Inter uno striscione in curva. Un massimo campionato vissuto senza il giusto entusiasmo da una tifoseria pronta anche a ripartire dai dilettanti pur di voltare pagina e mettersi alle spalle la recente storia.

RINASCITA POI... - La gestione Lotito-Mezzaroma, iniziata nell’estate di dieci anni fa, ha permesso di riconquistare la massima serie partendo dalla Serie D dopo un secondo fallimento, ma il prezzo pagato è ora altissimo perché, dopo le contestazioni passate legate alla multiproprietà, ora la vicenda societaria, con un cambio di proprietà obbligato ma che non si è ancora concretizzato, sta condizionando questa stagione. La rosa si sta dimostrando inadeguata, il campionato è stato fin qui avaro di soddisfazioni e la Salernitana, nonostante il cambio alla guida tecnica, ha conquistato soltanto otto punti in diciotto partite (e appena uno nelle ultime otto giornate).

LA DECISIONE FINALE - Come riporta la Gazzetta dello Sport, ora l’ultima parola spetterà alla Figc che potrebbe anche concedere una ulteriore proroga (i pareri sarebbero al momento contrastanti), ma vincolandola ad ulteriori condizioni, ancora più restrittive di quelle attuali. Se così fosse quali saranno le conseguenze per la Salernitana? È questo uno degli interrogativi al centro delle discussioni dei tifosi che temono, in caso di nuova deroga, un girone di ritorno scandito da altre umilianti sconfitte anche perché l’incertezza societaria, che mina la stessa serenità della squadra come ha più volte sottolineato l’allenatore Colantuono, rischia di condizionare ulteriormente la stagione. Ecco perché la tifoseria è avvilita e amareggiata

 (Getty Images)
tutte le notizie di