ITA Sport Press
I migliori video scelti dal nostro canale

TRA I PALI

Sampdoria, Falcone: “Non voglio far rimpiangere Audero. Mi rivedo in Courtois”

Wladimiro Falcone (getty images)

Parla il portiere blucerchiato

Redazione ITASportPress

Ha sfruttato al meglio la sua occasione tra i pali della Sampdoria. Adesso sarà difficile per mister Marco Giampaolo rimetterlo in panchina. Parliamo di Wladimiro Falcone, portiere dei blucerchiati, che con i problemi fisici del titolare Audero si è ritagliato un posto importante nello scacchiere della squadra di Genova. Intervistato da La Gazzetta dello Sport, il classe 1995 ha parlato della sua stagione e delle sue ambizioni. Questi alcuni dei passaggi più salienti:

"Io sono un figlio della Samp. Dopo tre anni alla Lodigiani (non all’Ostia Mare) e uno alla River Perconti, sono venuto qui. Un trasferimento non facile, avevo 15 anni e ho lasciato tutto il mio mondo a Roma. Ma ora conosco tutti da quando sedicenne mi affacciai in prima squadra. Sono il loro figlioccio", ha raccontato Falcone. Tra idoli, punti di riferimento e paragoni: "È bello fare la parata decisiva, ma il massimo è trasmettere sicurezza ai compagni. Un modello? Nessuno, ma penso a Buffon, il miglior portiere della storia. Mi piace Courtois: con i dovuti paragoni, mi rivedo in lui”.

Uno sguardo al futuro e al possibile ritorno di Audero tra i pali: "So che Audero, di cui ho grande stima, tornerà a giocare. Mi limito a cercare di non farlo rimpiangere, l’importante è che la Samp raggiunga l’obiettivo".

 (Getty Images)
tutte le notizie di