Sampdoria, Giampaolo: “Chiudere la stagione in bellezza. Quagliarella capocannoniere? Una vittoria…”

Sampdoria, Giampaolo: “Chiudere la stagione in bellezza. Quagliarella capocannoniere? Una vittoria…”

Le parole del tecnico in conferenza stampa

di Redazione ITASportPress

Ultime due gare della stagione in Serie A, la Sampdoria è sicura del nono posto senza possibilità di peggiorare o migliorare la propria posizione in classifica a fronte dei 49 punti ottenuti fin qui. Ma, come detto, restano ancora le ultime partite del campionato e i blucerchiati di Marco Giampaolo sono pronti per sfidare prima il Chievo e poi la Juventus. Alla vigila della gara contro i veronesi, il tecnico sampdoriano ha parlato alla stampa nel consueto appuntamento con i media. Ecco le sue parole:

IN BELLEZZA – “Giochiamo contro una squadra senza più motivazioni e, a differenza dell’ultima, ci troviamo nella stessa condizione. Dobbiamo prevalere dal punto di vista tecnico. Dobbiamo sfondare il muro dei 50 punti, è opportuno chiudere bene. Gli obiettivi ora diventano personali, più che collettivi. Quando non si gioca più per niente ci sono sempre un ammalato o un infortunato di troppo, però dobbiamo provare a chiudere in bellezza”.

LA SQUADRA – “Ho passato la settimana ad osservare la squadra, mettendomi da un punto di vista diverso rispetto al solito. Voglio capire chi ne ha ancora e chi può fare una partita seria. Murru e Andersen saranno assenti, Audero ha qualche problemino e giocherà Rafael Cabral. Tavares? Potrebbe anche giocare”. Sul reparto difensivo bisogna fare ancora di più. Andersen è un grande interprete, ma deve fare un ulteriore step, anche se è migliorato molto. Colley ha caratteristiche diverse, Tonelli pure e Ferrari altre ancora”. “Sau è ineccepibile. Lui è stato penalizzato: io l’ho penalizzato. Si è allenato sempre bene, ma Quagliarella ha giocato sempre e il posto a disposizione era solo uno per tanti. Penso che possa giocare domani, posso parlarne solo bene però”. Quagliarella capocannoniere? Una piccola grande vittoria per la Sampdoria. Speriamo che possa arrivare fino in fondo”. “Defrel? Si è aggregato dopo tanto differenziato, verrà con noi. Viera volevo farlo giocare, ma è rientrato solo stamattina. Penso a Tavares dal primo e a Praet come play”.

BILANCIO – “Rispetto allo scorso anno siamo migliorati nel giocare fuori casa. Non mi riferisco ai risultati, ma piuttosto alla tenuta mentale e caratteriale. Però non abbastanza per fare il salto di qualità. La Sampdoria è più consapevole rispetto al passato, ma deve mettere dentro ancora qualcosa. Lo score in casa? Impossibile o quasi replicare il percorso dello scorso anno. Pochi gol di testa? Il focus non va solo sui saltatori, ma anche su chi calcia. Perché quella è una risorsa in più. Senza Ramirez devo mandare un attaccante a tirare e questa è una cosa che ci manca. Abbiamo la convinzione di poter vincere contro tutti. La cosa da mettere a posto piuttosto è cercare di perdere meno”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy