Sampdoria, Giampaolo: “Sogno di allenare il Barcellona. E su Quagliarella…”

Sampdoria, Giampaolo: “Sogno di allenare il Barcellona. E su Quagliarella…”

“Se arriviamo in Europa chiedo al presidente una barca…”

di Redazione ITASportPress

Lunga e interessante intervista rilasciata dal tecnico della Sampdoria Marco Giampaolo ai microfoni de La Stampa. Il mister blucerchiato ha parlato della stagione della sua squadra, tra presente e futuro che potrebbe diventare luminoso con la qualificazione in Europa anche se sarà davvero dura: “L’Atalanta ha la mentalità giusta, il Toro è costruito per questo obiettivo, la Fiorentina ha qualità”.

UNIVERSO GIAMPAOLO – Massimo impegno e grande dedizione al lavoro quotidiano. Il mister blucerchiato è il primo ad arrivare e l’ultimo ad andarsene tanto che i magazzinieri gli hanno lasciato un doppione delle chiavi di Bogliasco: “Così la sera chiudo io (ride ndr)”. 42 punti all’attivo, l’obiettivo Europa sempre vivo seppur difficile e un sogno molto particolare: “Il mio desiderio è quello di allenare il Barcellona, ma siccome ne ho viste di tutti i colori non vado più dietro a certe cose”.

TALENTI SAMPDORIA – Giampaolo allena, ma sono i giocatori a mettere in pratica le sue idee. E sui talenti emergenti e le loro possibili cessioni: “Talenti in vestrina ? Nessuno, altrimenti saremo sempre visti come un club di passaggio. Senza fidelizzare giocatori e tecnico non si vince”. Impossibile, poi, non parlare di Quagliarella: “Lui sa cosa significa vincere, l’ha respirato in grandi club in cui è stato e lo mette al servizio della squadra”. Ma c’è chi, ultimamente, ha combinato un piccolo pasticcio: Gregoire Defrel, reduce dal gol in campionato ma anche dall’incidente con la propria auto: “Gli ho detto: ‘la prossima volta chiamami che ti riporto a casa io se hai bevuto un bicchiere in più’. A me potrebbe succedere la stessa cosa, Galeone diceva che se bevi e vinci sei un intenditore, se bevi e perdi sei un alcolizzato”.

FERRERO – Un pensiero anche al presidente Massimo Ferrero. Nulla sulle voci di una possibile cessione, ma solo un commento sul rapporto tra patron e squadra: “È un presidente atipico, non gliene può fregare di meno di giocatori e aspetti tecnici. Sa di non saperne, tanti non sanno ma pensano di saperne e nascono i problemi. È uno che stempera”. E a proposito del presidente: “Cosa chiederei a Ferrero in caso di arrivo nei posti Europa? Una barca, così ogni lunedì prendo e vado”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy