ITA Sport Press
I migliori video scelti dal nostro canale

LA VIGILIA

Sampdoria, Giampaolo: “Tornare è stato naturale. Spezia? Posta in palio importantissima”

Giampaolo (getty images)

Il mister alla vigilia della sfida con lo Spezia

Redazione ITASportPress

Prima conferenza stampa pre match dal suo ritorno in "maglia" blucerchiata. Mister Marco Giampaolo ha presentato in conferenza stampa la sfida che la sua Sampdoria affronterà domani alle 15 contro lo Spezia per la 23^ giornata di campionato.

Spezia-Sampdoria, le parole di Giampaolo

"Alla Sampdoria sono stato accostato diverse volte ma poi per un motivo o per l'altro non si è concretizzato ma non per una mancanza di volontà. La possibilità di rientrare in corsa è una valutazione che ho fatto in virtù anche delle altre proposte che ho declinato. La Samp esce fuori da questo tipo di logica perché tre anni vissuti qui mi hanno messo in condizione di conoscere ambiente, dirigenti, calciatori che ho allenato e tutte cose che avuto un peso importante. In tal senso, è stato come riprendere il filo. Posso dire che è stato naturale", ha esordito Giampaolo.

Sul clima che si è respirato in questi giorni tra giocatori e staff: "Ho trovato un morale basso ma che è migliorato nei giorni. La situazione pare sia normalizzata".

Sulla formazione e il modulo che verranno adottati: "Il modulo non è importante. Dobbiamo ragionare sui principi. La cosa più importante è il valore dei calciatori. Ho parlato con qualche calciatore, ma è stato come riannodare un filo che entrambi avevamo. Non c'è da costruire rapporti. Se si può pensare ad un progetto futuro? Pensiamo al presente e ragioniamo nel breve periodo".

Sulla gara contro lo Spezia: "E' una partita importantissima perché giochiamo contro una squadra in salute perchè ha fatto risultati eclatanti nelle ultime settimane. Ho detto alla squadra che la posta in palio è quella di domani senza guardare in faccia l'avversario ma bisogna uscire fuori da questa logica. Domani c'è una posta in palio importantissima".

Un passaggio anche sui singoli: "Bisogna recuperare tutti i calciatori che non sono a disposizione perché altrimenti la rosa ne risente. Gli attaccanti? Su Quagliarella posso dire che Fabio credo possa dare il suo contributo. Ha qualche anno in più ma in campo sa muoversi, ha senso del gol. Spero di farlo giocare più vicino alla porta. Spero di farlo rincorrere meno in fase difensiva ma penso che Fabio possa dare un suo contributo, anzi me l'aspetto. Caputo io l'avrei sempre preso perchè sa giocare, sa far gol ed è intelligente. Gabbiadini vive un momento brillante. Devo conoscere Torregrossa ma è un giocatore che in passato ha stuzzicato la mia curiosità. Penso che sia un buon reparto avanzato. La cosa più importante è recuperare giocatori ripeto".

tutte le notizie di