Sampdoria, Ramirez: “Attenzione a non rilassarci. Futuro? Un giorno vorrei tornare a casa”

Sampdoria, Ramirez: “Attenzione a non rilassarci. Futuro? Un giorno vorrei tornare a casa”

“Nazionale? La Selección è una conseguenza di quello che si fa nel club”

di Redazione ITASportPress

Momento magico dal punto di vista realizzativo per Gaston Ramirez, fantasista della Sampdoria, che ha messo il proprio timbro per ben due volte nell’ultima partita di campionato dei suoi contro il Torino vinta in trasferta. Il classe 1990 ha parlato alla radio uruguaiana Sport890 del momento dei blucerchiati e non solo.

SERIE A – “La mia doppietta contro il Torino? Sono contento, ho fatto gol ed è stato importante per noi vincere. È stata una partita difficile. Il Torino è una grande squadra che sta passando un momento complicato. Salvezza? Siamo in una situazione preoccupante, nel senso che il campionato è equilibrato e non possiamo rilassarci nemmeno un secondo. Ci sono tante squadre in pochi punti e siamo consapevoli che possiamo vincere con chiunque ma, allo stesso tempo, se molliamo un secondo, possiamo anche perdere con chiunque”.

PRESENTE E FUTURO – Da tre anni alla Sampdoria, ma nella mente di Ramirez c’è anche il proprio Paese: “Sono molto contento, sono in un club molto importante, in una città molto bella. Ho ancora un anno e mezzo di contratto e qui vivo tranquillamente, la famiglia è serena, quindi vedremo. In futuro mi piacerebbe tornare a casa, come a tutti gli uruguaiani”. E sulla Nazionale? Non dipende da me. Sono uno a cui piace lavorare, a cui piace imparare e, secondo me, la Selección è una conseguenza di quello che si fa nel club. Qui in Italia ho imparato molto”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy