Sampdoria, Ranieri: “Ogni gara è decisiva, lottando possiamo farcela”

Sampdoria, Ranieri: “Ogni gara è decisiva, lottando possiamo farcela”

Le parole del tecnico blucerchiato

di Redazione ITASportPress

Claudio Ranieri, allenatore della Sampdoria, è intervenuto in conferenza stampa per presentare la sfida di domenica pomeriggio contro l’Udinese. Il tecnico spera che dopo la sosta, la squadra possa tornare a macinare punti preziosi per migliore una classifica che vede il club a quota 9 punti dopo 12 giornate. Ecco le parole del mister di Testaccio: “Ripartiamo da un momento positivo. La gara con l’Atalanta ci ha insegnato che pur lottando e soffrendo possiamo fare buone cose. Dobbiamo partire dallo spirito di sacrificio che mettono in campo i ragazzi. Spero la sosta sia servita anche mentalmente. Sono sempre come San Tommaso. Se non vedo e tocco, non credo. Fabio Quagliarella sta facendo buone cose, è vicino a sbloccarsi. La squadra non è malata”.

RIGONI – “Sicuramente potrebbe avere una chance. Valuteremo. In questi due allenamenti Rigoni ha fatto cose egregie e vorrei che queste due sedute siano l’inizio di una continuità, cosa che chiedo a lui”.

UDINESE – “Potrebbe essere una sfida spartiacque. Però ogni partita è decisiva. Ogni gara può essere quella giusta per farci prendere fiducia. Dobbiamo sapere che siamo in difficoltà e dobbiamo premunirci. E come possiamo farlo? Preparandoci al peggio. Gotti? Contano i risultati. Da quando è andato via Tudor, la squadra sta facendo bene, è compatta, attenta dietro, è dura e arcigna e con pochi passaggi arriva dall’altra parte. Da secondo ha studiato bene e sta facendo rendere bene i giocatori”.

EKDAL – GABBIADINI – “Ekdal ha ricevuto una botta, ha un ematoma importante ma più corre e più si scioglie. Non dovrebbe avere problemi. Gabbiadini sta bene. Onestamente, sono contento di tutti i ragazzi”.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy