Sarri batte Spalletti ai rigori ma l’Inter tiene testa al Chelsea

Sarri batte Spalletti ai rigori ma l’Inter tiene testa al Chelsea

Nella prima gara dell’International Champions Cup i nerazzurri prima vanno sotto (gol di Pedro all’8′ del primo tempo) e poi trovano il pari con Gagliardini ad inizio ripresa. Ai rigori un errore del difensore condanna Spalletti

di Redazione ITASportPress

Sconfitta ai rigori contro il Chelsea per l’Inter al debutto dell’International Champions Cup nel match giocato allo stadio ‘Allianz Riviera’. Dopo l’1-1 dei tempi regolamentari firmato dalle reti di Pedro e Gagliardini, la squadra di Spalletti è capitolata contro i londinesi perdendo col risultato di 6-5.

La squadra di Maurizio Sarri approccia la gara in maniera molto aggressiva, sbloccando il risultato già al 9′: Morata approfitta di una indecisione in fase difensiva di Candreva e calcia a rete con potenza verso Handanovic, sulla cui respinta Pedro è il più lesto a intervenire sottomisura. La risposta dell’Inter arriva al minuto 21: Candreva lascia partire un tiro-cross dalla destra, che Icardi in spaccata riesce soltanto a sfiorare. Dopo il cooling break a metà primo tempo (quanto mai opportuno dati i 30° di Nizza) è il talentuoso classe 2000 Hudson-Odoi a impegnare Handanovic con un destro a giro dal limite dell’area: il portiere sloveno blocca a terra. Di nuovo Inter al 36′: De Vrij lancia Candreva che serve al limite dell’area l’accorrente Politano, il cui sinistro di prima intenzione non inquadra però lo specchio della porta. I nerazzurri chiudono in avanti la prima frazione: ci prova prima Candreva con un sinistro rasoterra a lato non di molto, poi è Icardi a non sfruttare al meglio una situazione di tre contro tre proprio al 45′. Si va così al riposo col Chelsea avanti per 1 a 0.

La ripresa si apre con l’ingresso di Lautaro Martinez al posto di Emmers. L’Inter va subito a caccia del pari: al 47′ una potente conclusione di Politano chiama il neontrato Caballero alla respinta. Al 49′ ecco il gol del pareggio nerazzurro: errore in impostazione di Bakayoko, Icardi serve alla perfezione Gagliardini e il numero 5 nerazzurro fulmina Caballero con un destro a incrociare. L’Inter di inizio ripresa si dimostra molto vivace: al 61′ spunto personale di Martinez, la cui conclusione dall’interno dell’area viene respinta col corpo da Ampadu. Al minuto 62 ci riprova Gagliardini con un destro dalla distanza, che Caballero addomestica in due tempi. Girandola di cambi per entrambe le squadre al 65′: quattro minuti più tardi, il Chelsea torna a pungere con un tentativo da fuori di Abraham, che chiama Handanovic alla parata. Al 75′ Drinkwater conclude dai 30 metri, mettendo di poco a lato, e sull’azione successiva Karamoh trova uno splendido assist in profondità per Martinez, anticipato di un soffio dall’intervento di Rudiger. Il match resta vivo fino all’ultimo: all’82’ il destro a giro di Jorginho costringe Handanovic alla grande deviazione in corner, poco dopo Abraham da ottima posizione non riesce a girare in porta il cross teso di Emerson. L’ultima chance della partita è per l’Inter, ed è clamorosa: Karamoh pesca dentro l’area Lautaro che calcia al volo col destro, trovando però l’eccezionale intervento di Caballero. I tempi regolamentari si chiudono sull’1-1, si va dunque ai calci di rigore. Dal dischetto, per i nerazzurri segnano Ranocchia, Gagliardini, Martinez e Karamoh: Skriniar si fa ipnotizzare da Caballero mentre i Blues si dimostrano infallibili e portano a casa la vittoria. Il prossimo impegno dell’Inter nella ICC 2018 è fissato per sabato 4 agosto a Lecce contro il Lione

CHELSEA-INTER 1-1 (6-5 d.c.r.)
Marcatori: 9’Pedro (C), 49′ Gagliardini (I)

CHELSEA: 59 Bulka (46′ 1 Caballero); 21 Zappacosta (46′ 28 Azpilicueta), 30 David Luiz (65′ 2 Rudiger), 44 Ampadu (65′ 19 Abraham),3 Alonso (65′ 15 Moses); 4 Fabregas (46′ 6 Drinkwater), 5 Jorginho, 8 Barkley (46′ 14 Bakayoko); 20 Hudson-Odoi (83′ 32 Piazon), 9 Morata (65′ 33 Emerson), 11 Pedro (65′ 27 Christensen)
A disposizione: 31 Green, 17 Musonda
Allenatore: Maurizio Sarri

INTER: 1 Handanovic; 33 D’Ambrosio, 6 De Vrij (65′ 13 Ranocchia), 37 Skriniar, 29 Dalbert (83′ 67 Zappa); 5 Gagliardini, 40 Emmers (46′ 10 Martinez); 87 Candreva (65′ 65 Roric), 16 Politano (83′ 74 Salcedo), 18 Asamoah; 9 Icardi (65′ 7 Karamoh)
A disposizione: 27 Padelli, 46 Berni, 59 Dekic, 14 Nainggolan, 20 Borja Valero, 61 Sala, 64 Nolan, 68 Demirovic
Allenatore: Luciano Spalletti

Arbitro: Rainville
Assistenti: Stein – Pasqualotti
IV uomo: Vernice

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy