Sassuolo, Boga: “Razzismo da combattere, a volte meglio restare in campo e giocare”

Sassuolo, Boga: “Razzismo da combattere, a volte meglio restare in campo e giocare”

Un estratto della lunga intervista rilasciata a Goal

di Redazione ITASportPress

Uno dei giocatori più importanti e fantasiosi del Sassuolo è certamente Jeremie Boga, che vive tra alti e bassi, ma che quando in forma può risultare devastante. L’esterno offensivo, arrivato lo scorso anno dal Chelsea, è stato intervistato dalla redazione di Goal Italia: “Sono di colore e ho già giocato a Verona, per me non ci sono stati ululati o altro – ha detto, in riferimento al caso Balotelli -. Nemmeno negli altri stadi ho avvertito cori nei miei confronti, ma sono pronto, se dovesse succedere. Spero ovviamente non accada, ma mentalmente mi sono preparato per reagire. È un evento triste che si sta ripetendo in più sedi, ma talvolta conviene continuare a giocare: sul campo si può reagire magari segnando un gol, ma resto dell’idea che in generale, in ogni caso, certi episodi non devono proprio accadere, vanno combattuti”.

Su se stesso e i vari miglioramenti che deve fare: “Tatticamente e a livello difensivo mi ritengo migliorato da che sono Italia, credo di essere più maturo – ha continuato Boga -. Per assurdo, penso che l’infortunio dello scorso anno mi ha aiutato a crescere, perché in campo sono tornato più forte. Aspiro a diventare un top player, le statistiche contano: quando non fai gol o non servi assist, non si è mai migliori giocatori”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy