Seedorf: “Gattuso deve restare al Milan. Ajax? Ha meritato il passaggio contro la Juventus…”

Seedorf: “Gattuso deve restare al Milan. Ajax? Ha meritato il passaggio contro la Juventus…”

“I razzisti vanno individuati ed espulsi dallo stadio”

di Redazione ITASportPress

Clarence Seedorf, attuale ct del Camerun, ed ex calciatore tra le altre di Milan e Real Madrid ha parlato a Radio Anch’Io Sport. Nazionale ma soprattutto il momento delicato del Milan e di Gennaro Gattuso, allenatore rossonero ed ex compagno di squadra.

NAZIONALE – Esperienza che procede molto bene. Una ricca esperienza che ha tanti fattori anche extra campo. Tante cose belle ma anche tante situazioni da risolvere per lavorare al meglio. Però la concentrazione e l’ambiente sono fantastici. Nkoulou è una roccia col Torino? Non lo scopriamo oggi. Ha avuto altre esperienze in passato, ma è un ottimo calciatore e un’ottima persona anche se non rientra nei piani del Camerun. Gli faccio i complimenti per come sta giocando”. “Se i giocatori del Camerun e in generali africani vedono l’Europa come un obiettivo per la loro carriera? Sì, l’Europa rappresenta il meglio. Miglior calcio, migliori giocatori. Resta l’obiettivo. In Africa bisogna migliorare. C’è abbastanza da fare qui”.

MILAN – “La partita dei rossoneri contro il Torino è stata complicata. Il periodo decisamente è complicato. Da dopo il derby è stato un momento difficile. Andare a Torino in questo momento non era facile. La strada del Milan non è cambiata nonostante il ko. Gattuso? Non credo che mandare via l’allenatore sia la soluzione. Non penso abbia senso. La storia dice che la maggior parte delle volte non cambia nulla. Per la serenità del Milan spero non venga mandato via, anche perché non si merita di essere cacciato. Non è pensabile che alla prima stagione si possa ottenere subito tutto. Ci vuole tempo per fare bene. Bisogna avere organizzazione e bisogna contare che ci sono stati molti momenti anche col cambio di società. Sarebbe importante dimostrare unione. Quell’unione che con me non c’è stata“.

RAZZISMO – “L’Italia è un Paese razzista? Fa rabbia vedere certi episodi. Il razzismo è portato avanti per fortuna da piccoli gruppi. La maggior parte dei tifosi presenti allo stadio non è razzista e i giocatori devono dar loro lo spettacolo sul campo. Non si deve uscire dal campo. La rabbia è vedere chi non fa i cori razzisti non intervenire nei confronti della minoranza. Interrompere le gare? No. Bisogna trovare il modo di intervenire durante l’atto del coro razzista. Cosa sta facendo la Federazione per intervenire? Anche i club devono fare la loro. I tifosi razzisti non devono entrare allo stadio. Il sistema è troppo passivo. Con la tecnologia che abbiamo possono essere identificati ed espulsi dallo stadio per sempre”. “Anche a Cagliari i giocatori hanno sbagliato. Bonucci non doveva fare così per il caso Kean. Resto dell’idea che questi individui non debbano più entrare allo stadio”.

AJAX – “Sta vivendo un grande momento. Hanno un gruppo con grande equilibrio tra giovani ed esperti. Hanno giocato meglio della Juventus in entrambe le gare. Credo che i bianconeri abbiano pagato la partita contro l’Atletico Madrid. Una gara di assoluto livello, ma l’hanno pagata. Questa gara, fatta agli ottavi, ha richiesto grande sforzo mentale”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy