Serie A, Atalanta da Champions: sonoro 4-1 al Bologna, il Milan dista un solo punto

Serie A, Atalanta da Champions: sonoro 4-1 al Bologna, il Milan dista un solo punto

Primo tempo sontuoso per i nerazzurri: poker in soli 15′!

di Redazione ITASportPress

L’ultima partita del turno infrasettimanale di Serie A ci ha regalato una super partita dell’Atalanta, una delle tante di questa stagione da parte della formazione di Gasperini. Battuto il Bologna 4-1, con tutti e 4 i gol arrivati nel giro dei primi 15′ (non accadeva in Serie A da 87 anni). I bergamaschi hanno approfittato dei mezzi passi falsi di Milan e Roma e del k.o. della Lazio, sfoderando una prestazione da urlo e portandosi così a -1 dal quarto posto che vale la Champions League. Il Bologna cade dopo 3 vittorie consecutive e per effetto dei risultati delle altre torna in zona retrocessione (i punti sono solo 27).

AVVIO SPRINT – Il ritorno di Ilicic fra i titolari è una manna per l’Atalanta: dopo 5′ lo sloveno, in coppia con Zapata, realizza già una doppietta, prima con un tiro a giro all’incrocio dei pali e poi con una potente conclusione dopo un doppio passo da urlo. Il Bologna, completamente rivoluzionato da Mihajlovic, prova a reagire con Donsah, che non giocava titolare da un anno, ma al 9′ i nerazzurri firmano il tris con Hateboer (naturalmente su assist di Ilicic). Al 15′ partecipa alla festa anche Zapata: incursione personale, sterzata su Gonzalez e tiro che batte Skorupski per il poker della Dea. Chiusa la pratica in un quarto d’ora.

IL RESTO – Gli ultimi ad arrendersi per gli emiliani sono Orsolini e Falcinelli, pericolosi in entrambi i tempi. Al 41′ da citare il tentativo da centrocampo di De Roon con palla fuori di pochissimo (Skorupski era fuori per un intervento precedente su Ilicic). Il Bologna segna il gol della bandiera al 54′ con Orsolini: punizione splendida dalla linea del fallo laterale, Gollini tocca ma non basta per evitare la rete agli avversari. Nel finale succede poco, l’Atalanta gestisce e porta a casa un risultato fondamentale per la rincorsa europea. Bologna, bisogna ripartire subito.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy