Serie A, debutto da dimenticare per Gattuso a Napoli: il Parma vince 2-1 al 94′

Serie A, debutto da dimenticare per Gattuso a Napoli: il Parma vince 2-1 al 94′

Al San Paolo è show di Kulusevski e Gervinho

di Redazione ITASportPress

Comincia nel peggiore dei modi l’avventura di Gennaro Gattuso sulla panchina del Napoli. Al San Paolo, molto esigente per la delicata posizione di classifica in Serie A, finisce 1-2 contro il Parma. Inizio da incubo con gol immediato della stella classe 2000 Kulusevski, pari di Milik arrivato nella ripresa. Nel finale, con gli azzurri spinti in avanti in cerca dei tre punti, lasciano le ripartenze agli emiliani, che è peraltro il piatto forte della casa. In pieno recupero, su una di queste, la squadra di D’Aversa fa 2-1 con Gervinho, stasera imprendibile. Fischi a non finire per i partenopei, che incassano un altro k.o., e il Parma vola a 24 punti, a +3 proprio sugli avversari di oggi.

PRIMO TEMPO – Da incubo l’avvio della gestione Gattuso: due errori clamorosi della difesa consecutivi, sul secondo il Parma non perdona. Koulibaly si lascia sottrarre palla da Kulusevski, lo svedese parte palla al piede verso la porta di Meret e segna l’1-0 per i suoi. E siamo solo al terzo minuto. Il difensore senegalese del Napoli si fa male nell’occasione e viene sostituito da Luperto. Poco dopo, altra svista e Cornelius sbaglia l’ultimo passaggio. Al 24′ prima occasione dei padroni di casa: mancino di Zielinski che riceve dalla sinistra e palla alle stelle, ma è clamoroso l’errore di Insigne al 33′, quando tutto solo davanti a Sepe la mette a lato. Per poco il Parma non trova il raddoppio al 42′ con Gervinho, oggi scatenato, che va via in serpentina, calcia bene ma Meret e strepitoso a negare lo 0-2 con l’aiuto del palo.

SECONDO TEMPO – Nella ripresa il Napoli, sospinto da una gran voglia di recuperare il risultato, gioca molto meglio, anche se le imprecisioni in zona offensiva sono parecchie. Sepe viene impegnato sia sulla punizione insidiosa di Insigne, che poco dopo sulla conclusione defilata di Milik. Il polacco, al 61′, fa le prove per il gol con un colpo di testa ancora parato dall’ex, poi al 64′ Milik fa 1-1, sempre svettando di testa, su un cross magnifico di Mertens. Il Parma sulle ripartenze è più temibile che mai: col Napoli fortemente in cerca del vantaggio, i ducali vanno a nozze in contropiede. Al 70′, su una di queste, Meret dice no a un’altra giocata magica di Gervinho, certamente fra i migliori in campo. Gli azzurri insistono nel finale, ma in pieno recupero, al 94′, la doccia fredda: altro, ennesimo contropiede del Parma, Gervinho-Kulusevski hanno ancora più gas di tutti, scambiano alla perfezione contro un solo difensore dei padroni di casa e l’ivoriano segna in scioltezza il 2-1. San Paolo ammutolito, torna a farsi sentire solo al fischio finale per esprimere il proprio disaccordo.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy