Serie A, esordio da incubo per Grosso a Brescia: sconfitta col Torino per 4-0

Serie A, esordio da incubo per Grosso a Brescia: sconfitta col Torino per 4-0

Doppiette di Belotti e Berenguer

di Redazione ITASportPress

Una sola squadra in campo a Brescia: il Torino distrugge le Rondinelle e passa 4-0 al Rigamonti. Esordio da incubo, quindi, per mister Fabio Grosso sulla panchina biancoblù: squadra praticamente mai in partita, se non per alcuni minuti nella ripresa, ma anche sfortunata, perché i primi due gol arrivano per tocchi col braccio nella propria area di rigore, che ne hanno compromesso il rendimento complessivo. Prima Cistana e poi Mateju compromettono la prestazione con quei tocchi proibiti, Belotti non sbaglia dal dischetto e fa 2-0 per i granata di Mazzarri. Viene anche espulso il difensore Mateju per doppia ammonizione e per la formazione di casa si fa ancora più critica.

LA RIPRESA – Il tris del Torino viene sfiorato al 54′ con una conclusione strozzata, così la palla esce di poco a lato. Reazione del Brescia, che ha dovuto anche sostituire Balotelli per riacquisire equilibrio dopo il rosso a Mateju: al 55′ Ayé libera il mancino, Sirigu compie un grande intervento sul francese e poi alza in corner il tap-in di Bisoli. Al 60′ Bisoli colpisce di testa, il portiere della Nazionale Italiana nuovamente decisivo. Intorno al 70′ il Torino scappa via, approfittando del momento negativo delle Rondinelle: Belotti può fare tripletta ma Joronen respinge il tentativo, poi si scatena Berenguer, che addirittura segna una doppietta. Al 75′ s’inventa un bel destro che s’infila nell’angolino, poi – dopo un’altra chance per il Gallo – lo spagnolo di Pamplona sigla il poker in contropiede.

Notte fonda per il Brescia, che resta in fondo alla classifica a quota 7 (ma con un match da recuperare). La sosta servirà a Grosso per cominciare a imporre i suoi meccanismi di gioco. Il Torino sale a quota 14 punti, mettendo fine a una crisi che sembrava infinita.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy