Serie A, il coronavirus fa paura: due ipotesi per finire il campionato

Si torna a parlare di playoff ma non solo

di Redazione ITASportPress

Il Covid-19 mette paura alla Serie A e al regolamentare svolgimento del campionato 2020-21. Non solo il caso del Genoa, ma anche il noto episodio che ha visto, di fatto, saltare il big match Juventus-Napoli della terza giornata.

Dopo gli ultimi casi si torna a pensare ad alcuni modi alternativi per concludere il campionato in caso di emergenza. L’obiettivo è quello di salvare il calcio e allo stesso tempo di garantire le 380 partite di un campionato regolare per adempiere ai contratti sottoscritti con le emittenti televisive.

Serie A: le ipotesi per finire il campionato

tifosi Tardini (Getty Images)

Come scrive Sportmediaset, che cita il Corriere dello Sport, oltre alla possibilità già ideata in passato dei playoff, ci sarebbero due ipotesi alternative.

La prima idea consisterebbe in un piano che prevederebbe la regolare fine del girone d’andata e poi una fase a “settori”. La classifica verrebbe divisa in scaglioni in cui ogni squadra andrebbe a sfidare unicamente quelle che la precedono e la seguono e successivamente i playoff e playout per decretare ogni tipologia di risultato finale, dallo scudetto alla retrocessione. Così facendo si risparmierebbero circa 30 partite.

L’alternativa a questa prima ipotesi sarebbe quella del modello final eight già messo in atto nella passata stagione per terminare la Champions League. Quindi gare di andata e ritorno con vantaggio per la squadra meglio piazzata in classifica. Le gare andrebbero disputate in un luogo ritenuto sicuro. Una sorta di bolla. Questa pista, però, porterebbe ad un taglio drastico delle partite.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy