Serie A, il futuro è un rebus. Dal Pino: “Pronto il rilancio del calcio italiano”

Le parole del presidente della Serie A

di Redazione ITASportPress
Dal Pino

La Serie A si prepara a ripartire. Tuttavia non mancano perplessità e preoccupazioni sulla nuova stagione tra l’incognita Coronavirus e l’assenza del pubblico sugli spalti. Si prevede una stagione davvero ricca di sorprese e novità.

RILANCIO

Il presidente della Serie A Paolo Dal Pino ha espresso il suo punto di vista in conferenza stampa: “Domani è in programma un passaggio fondamentale, cioè l’approvazione della legge sugli stadi alla Camera, un passaggio inderogabile per rilanciare il nostro calcio. Gli stadi italiani vanno ammodernati e la burocrazia va snellita per stare al passo con l’Europa. Possiamo essere generatori di moltiplicatori di PIL, ma in un momento di difficoltà del Paese bisogna che ci siano le condizioni per poterlo fare. Stadi al top aiutano a confezionare anche un prodotto migliore del nostro calcio. Altro tema importante è l’interlocuzione che abbiamo oggi con Gravina e il Governo per le misure che riguardano da un lato il protocollo sanitario e dall’altro l’accesso negli stadi. Oggi, con una gara ogni sette giorni, riteniamo che sia un punto determinante perché i costi sono elevati. Assurdo che per le amichevoli entrano mille persone e per i match ufficiali non entra nessuno. La salute al primo posto, prudenza, ma bisogna fare le cose giuste. In uno stadio da 80mila posti a sedere perché non può entrare una parte dei tifosi? Avviene tutti i giorni ovunque e in ogni contesto di vita. Stiamo parlando di un elemento dirompente per tutti i nostri club. Abbiamo già valutato tutti gli aspetti necessari stadio per stadio, oggi in Lega c’era un problema serio. I presidenti chiedono a noi di affrontarlo nelle giuste sedi perché facendo le cose in totale sicurezza, ripeto, non si può dire che allo stadio non può entrare nessuno”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy