Serie A, Milan strapazzato anche dal Torino: 2-0 e aggancio in classifica

Serie A, Milan strapazzato anche dal Torino: 2-0 e aggancio in classifica

Decidono le reti nel secondo tempo di Belotti (rigore) e Berenguer. Crisi totale per i rossoneri

di Redazione ITASportPress
Belotti

Dramma Milan, Torino in paradiso. La partita che avrebbe determinato tutto (o quasi) sulla zona Champions è terminata 2-0 per la squadra di Mazzarri, che così continua a sognare per l’Europa che conta: aggancio a 56 punti, quarto posto a 2 lunghezze di distanza (in attesa dell’Atalanta, in campo lunedì contro l’Udinese). I rossoneri incassano l’ottava sconfitta in Serie A, una gara persa non solo dal punto di vista del risultato ma anche per non aver retto a livello nervoso: tantissimi cartellini già nel primo tempo, espulsione più che ingenua del capitano Romagnoli nel finale, uno di quelli che più è stato apprezzato nel momento negativo dei suoi per costanza di rendimento e capacità di guardare avanti con ottimismo.

LA PARTITA – Primo tempo cominciato bene dai padroni di casa, che già prima di stasera stavano attraversando un periodo molto positivo, ma le principali occasioni sono state create dal Milan, meglio nei minuti precedenti all’intervallo. La partita si sblocca nella ripresa: al 56′ intervento falloso di Kessié in area su Izzo, rigore che Belotti non sbaglia: 1-0 per il Toro. La reazione rossonera è con Bakayoko, che con un bel colpo di testa colpisce in pieno la traversa; bravo poi Sirigu a dire di no a Piatek, appena entrato, e al suo compagno Izzo che stava per commettere autogol. Al 69′ esplode lo Stadio Olimpico Grande Torino, a pochi giorni dall’anniversario della tragedia di Superga: destro al volo di Berenguer, Donnarumma tocca ma non basta per evitare il raddoppio ai suoi. I rossoneri non reggono dal punto di vista nervoso, capitan Romagnoli applaude ironicamente l’arbitro e si fa espellere. Bruttissimi segnali per una squadra sempre più in crisi, Torino che vola letteralmente: non ha mai fatto così bene nell’era dei 3 punti. Unico sufficiente Bakayoko, che ha avuto una grandissima occasione anche sul doppio svantaggio.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy