Serie A, una super Atalanta schianta 4-1 il Sassuolo al Mapei

Serie A, una super Atalanta schianta 4-1 il Sassuolo al Mapei

Sontuosa prestazione dei nerazzurri in casa degli emiliani

di Redazione ITASportPress

Miglior avvio di sempre dell’Atalanta in Serie A insieme alla stagione 2000-01. Un risultato straordinario dovuto al 4-1 roboante rifilato in casa del Sassuolo nel terzo posticipo della sesta giornata di Serie A. Tutto si decide praticamente nel primo tempo, con 3 gol segnati dagli uomini di Gasperini in meno di mezz’ora: Gomez, Ilicic, Zapata, Gosens e tutti gli altri – nessuno escluso – sugli scudi. Prestazione dominante, per il Sassuolo non c’è proprio scampo. Qualcosa riesce a fare nella ripresa, la rete di Defrel e un paio di tiri di Berardi, ma tutto è compromesso perché nei primi 45′ l’Atalanta ha chiuso la pratica. Dea a 13 punti, a -3 dalla Juventus e -5 dall’Inter; Sassuolo fermo a 6.

PRIMO TEMPO – Avete bene in mente il calcio avvolgente e votato all’attacco dell’Atalanta di Gasperini? Bene, moltiplicatelo per cento. Il primo tempo è interamente di marca nerazzurra: occasioni su occasioni, gol su gol. Il primo è una perla unica: al 6′ Gomez parte da centrocampo, ne supera due, poi tunnel a Toljan e di punta infila sul secondo palo. Un gol da favola, com’è da favola la Dea, che prende il volo: al 13′ altra azione splendida, Ilicic mette in mezzo all’area di esterno, Zapata non arriva per via di una leggera deviazione e sul secondo palo sbuca Gosens, per cui è un gioco da ragazzi timbrare lo 0-2. Zapata sfiora il tris due volte, che arriva al 29′ ancora con il Papu, bravo a insaccare in diagonale su assist del colombiano, finalmente a segno al 35′ con un colpo di testa perfetto su cross di Hateboer. Il poker è servito, notte fonda per i neroverdi.

SECONDO TEMPO – Ben più morbida la ripresa, l’Atalanta non è più pressante come nei primi 45′ e concede qualche occasione in più alla formazione di casa, che schiera fin da subito Tripaldelli e Traore per Bourabia e Peluso. Al 62′ il gol della bandiera: Defrel riceve appena dentro l’area avversaria, bel mancino e palla sotto la traversa. L’arbitro dapprima annulla per fuorigioco, ma consulta il Var e assegna l’1-4. Gli emiliani spingono, soprattutto vanno al tiro con Berardi, ma difesa e Sportiello non si fanno sorprendere.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy