Serie A verso lo stop, la sottosegretaria al ministero della Salute: “Campionato da sospendere”

La Figc e la Lega seguono, però, le norme Uefa che invita a giocare se ci sono 13 calciatori disponibili

di Redazione ITASportPress

L’emergenza coronavirus incombe di nuovo in modo prepotente sulla Serie A. Il caso del Genoa, con ben 14 tesserati positivi al Covid-19 sta mettendo in ansia la regolarità del campionato. Fermare tutto ora oppure no? I pareri, a tal proposito, sono discordanti ma il segnale che qualcosa potrebbe smuoversi arriverà probabilmente dal consiglio straordinario della Lega calcio di questo pomeriggio intorno alle 15.

Serie A verso lo stop

Napoli-Genoa (getty images)

A parlare chiaro è stata a Radio Capital la sottosegretaria al ministero della Salute Sandra Zampa le cui parole non lasciano alcun dubbio: “Il campionato va sospeso. I protocolli che abbiamo sottoscritto parlano chiaro. Quando c’è un numero di positivi così alto, non si può che fermare il campionato. I positivi non sono in grado di giocare, e possono contagiare altre persone. Il protocollo è stato sottoscritto anche dalla Federazione calcio. E nessuno al momento sta facendo pressioni su di noi”.

Insomma, non solo Napoli e Genoa ferme, ma anche il resto delle squadre. La regolarità del torneo potrebbe nuovamente essere messa in seria discussione. Le linee Uefa però affermano che si può giocare se le società hanno fino a 13 giocatori disponibili. Da capire cosa verrà deciso nel corso del Consiglio Federale straordinario odierno.

INEDITA VIKY VARGA DA CAPOGIRO

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy