Slitta al 1° dicembre il pagamento degli stipendi ai calciatori ma il 16 novembre spaventa tutti i club prof.

La decisione del consiglio federale ha avuto il voto contrario di allenatori e atleti

di Redazione ITASportPress

A causa dei problemi economici che sta causando il Covid 19 al mondo del calcio, sono state prese delle decisioni per alleggerire il peso sui club. Quindici giorni in più per pagare gli stipendi dei calciatori. È la decisione presa dal consiglio federale con il voto contrario di atleti e allenatori. Nel comunicato si parla di situazione che “ha ancora acuito le difficoltà collegate alla carenza di liquidità per le società professionistiche”. Per pagare gli stipendi ci sarà tempo fino al primo dicembre (la scadenza iniziale già spostata era stata quella del 30 settembre). A tutela delle retribuzioni più basse, resterà immutato invece il termine del 16 novembre per il pagamento dei ratei residui della mensilità di giugno 2020. Una scadenza però che fa temere il peggio visto che molti proprietari di club di B e C sono ormai impossibilitati a pagare. Si teme un effetto domino con club che potrebbero chiudere i battenti.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy