Spal-Lazio, il curioso caso del rigore: Cionek nega di aver subito fallo, ma il Var lo smentisce…

Spal-Lazio, il curioso caso del rigore: Cionek nega di aver subito fallo, ma il Var lo smentisce…

I padroni di casa hanno vinto 1-0 grazie al tiro dagli undici metri

di Redazione ITASportPress

Succede di tutto nel turno infrasettimanale di Serie A ed in particolare nel match Spal-Lazio. L’episodio chiave è quello che decide la gara allo scadere: calcio di rigore per atterramento di Cionek e gol dagli 11 metri di Petagna.

RIGORE, MA NON TROPPO – Ma c’è qualcosa che non quadra nella dinamica. Infatti, il difensore spallino che avrebbe subito il fallo, dopo essere caduto in area di rigore, si alza e fa palesemente il gesto di non aver subito alcun contatto. L’arbitro lo vede, lo ammonisce per simulazione, ma poi succede qualcosa di incredibile: il direttore di gara viene richiamato dal Var e dopo aver rivisto l’azione, concede il calcio di rigore e toglie, a quel punto giustamente, l’ammonizione. Nonostante le lealtà di Cionek, la tecnologia ha deciso che quello fosse rigore. Un caso più unico che raro che farà storia nel nostro campionato e creerà indubbiamente un precedente. La rete di Petagna all’89’ ha poi deciso la gara contro la Lazio. Un successo fondamentale per la squadra di Ferrara.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy