Tardelli: “Inter-Juventus? Pirlo senza De Ligt e gli altri due top rischia”

L’ex delle due squadre condivide il suo pensiero alla Gazzetta dello Sport

di Redazione ITASportPress

In vista del derby d’Italia Inter-Juventus di domenica prossima, il doppio ex Marco Tardelli ha analizzato la sfida parlando alla Gazzetta dello Sport: “Pirlo doveva guidare l’Under 23 e l’hanno precipitato sulla panchina della Juve: inevitabile abbia qualche difficoltà. E poi Andrea è ancora “giocatore”: non capisce alcuni errori perché per lui era tutto facile. Ma non tutti possono essere alla sua altezza. Se supererà questa distonia farà un salto di qualità. L’importante è che gli facciano fare quello che pensa e vuole. Da calciatore era equilibrato, serio, già allenatore in campo. Prendeva in mano la squadra senza bisogno di dirglielo. Nell’Under 21 aveva due anni in meno di tutti gli altri, eppure faceva cose incredibili. All’Inter eravamo tutt’e due in un momento particolare e forse a volte non ci siamo capiti. Ma è un campione indiscutibile. Pirlo pretende che la Juve gestisca e comandi sempre il gioco. Grande idea. Il problema è che non c’è un centrocampo adeguato per metterla in pratica. Credo stia aspettando Arthur, ma la Juve resta una squadra di fuoriclasse come CR7 e Dybala che giocano più spesso per se stessi. E così è difficile creare un “gioco“. Ma è anche vero che la dimensione la fanno i grandi giocatori. Prenda Juve-Sassuolo… la squadra di De Zerbi conosceva a memoria tutti i movimenti. La Juve no. Pirlo ci arriverà tra un po’, De Zerbi ci lavora da tanto. Il Sassuolo ha giocato sicuramente meglio, ma non aveva un finalizzatore. Però nella gestione era più forte».

Pronostico Inter-Juve – «Le assenze di De Ligt, Dybala e Cuadrado, il più importante prima di uscire, in teoria sono gravissime. Vedremo in campo».

Inter-Juventus orsato pjanic
(Getty Images)
0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy