Torino, Cairo: “Esonero Mihajlovic non legato a derby di Coppa ma…”

Il patron granata ha spiegato il motivo che ha portato a dare il benservito al serbo

di Redazione ITASportPress
cairo 1

L’esonero di Sinisa Mihajlovic è stato per i tifosi del Torino un fulmine a ciel sereno. Ma forse non troppo visto che all’interno della società granata c’era malcontento tra il presidente Cairo e il tecnico serbo. Intercettato ai microfoni di Sportitalia, il massimo dirigente del Torino ha commentato la decisione di esonerare Mihajlovic e di chiamare sulla panchina del Torino Walter Mazzarri, tecnico dal passato nerazzurro: “Non c’è molto da spiegare. Non è certamente legato alla partita contro la Juventus, ma è un girone d’andata non consono a quelle che erano le aspettative che avevamo per aver fatto una squadra certamente più forte di quella dello scorso anno. L’anno scorso si erano fatti 29 punti, quest’anno siamo a quattro punti in meno ed in più senza avere un trend definito, ad esempio vincendo e poi pareggiando partite che dovresti vincere. Quindi non c’era soddisfazione per questo tipo di campionato e di andamento”, ha precisato il presidente del club granata. “Lo dico con dispiacere perchè erano sette anni che io non esoneravo nessuno per cui non era una cosa che mi piaceva fare sicuramente, però ho dovuto. Decisione solo mia o anche di Petrachi? Sono decisioni che prendiamo insieme, è condivisa ovviamente con lui e con chi gestisce la società. Ma poi io comunque sia non ero evidentemente soddisfatto di come andavano le cose”.  Sulla scelta Mazzarri: “L’ho scelto perchè è un allenatore che conosco da molti anni: già dieci anni fa quando andò alla Sampdoria ci fu un contatto ed una possibilità che venisse da noi, poi nel prosieguo altri contatti ci sono stati negli anni. È un allenatore che ha fatto grandi cose prima alla Reggina, poi alla Sampdoria ma soprattutto poi al Napoli che con lui ha fatto il salto di qualità arrivando fino al secondo posto. È un allenatore che io ho sempre apprezzato e quindi è stata la scelta giusta”. Mazzarri torna in Italia dopo l’esperienza non esaltante in Inghilterra sulla panchina del Watford. Per l’ex Napoli una buona opportunità per rilanciarsi in Italia dopo la poco brillante avventura sulla panchina dell’Inter.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy