Verona, Juric garantisce: “Contro Genoa partita vera. Calcio post Covid non mi piace ma giusto riprendere”

Verona, Juric garantisce: “Contro Genoa partita vera. Calcio post Covid non mi piace ma giusto riprendere”

Il tecnico dei veronesi verso l’ultimo appuntamento della stagione

di Redazione ITASportPress
Juric Verona

Vigilia di campionato per l’Hellas Verona che domani sera concluderà la sua stagione sul campo del Genoa. Una partita molto particolare sia per mister Ivan Juric, ex del Grifone, che per l’importanza della gara che potrebbe vedere proprio i rossoblù salvi o retrocessi in Serie A a seconda del risultato.

Il tecnico ha presentato la gara nel consueto appuntamento con la stampa.

Juric: “Contro Genoa partita vera”

Juric
Ivan Juric Getty Images)

“Domani non giocherà nessun Primavera. Io voglio fare una partita seria, giusta, con la massima attenzione”, ha precisato subito Juric: “È una situazione così. Mi è dispiaciuto per le parole del presidente del Lecce, che si è corretto. Andremo là per fare la nostra partita, tutto il resto mi dà fastidio. Poi è vero che io sono un ex, e che Veloso è sposato con la figlia del presidente. Ma noi andiamo là per fare una partita seria”.

E sulla squadra: “Ci sono dei giocatori irrinunciabili per la prossima stagione sì, ma dobbiamo anche prendere qualcuno. Vogliamo riconfermare giocatori che erano in prestito e che sanno come muoversi all’interno della squadra. La prima cosa che vogliamo fare è questa”.

Sul suo futuro, confermato in quel di Verona: “Quanto ha inciso la mia famiglia sulla scelta di rinnovare? Mi lasciano sempre decidere. È venuta naturale, con tutte le difficoltà che magari puoi avere qui. Io voglio essere parte di questo progetto, migliorare la società. Con pazienza, e con amore. Cercare di costruire qualcosa”. Infine un pensiero sul calcio dopo lo stop per la pandemia: “È un calcio diverso, non mi piace. Ma a livello economico è fondamentale. Quindi sono d’accordo sulla prosecuzione. Noi abbiamo fatto comunque molto bene, magari non ai nostri livelli pre-Covid, ma come le altre squadre. La squadra ha avuto un po’ di sfortuna contro Sassuolo, Fiorentina e Torino. Ma era giusto giocare”.

INCIDENTE PICCANTE PER LA COMPAGNA DI UN CALCIATORE

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy