Verona, Setti: “La gente ha bisogno del calcio. Stipendi? Pronti al confronto””

Le parole di Maurizio Setti ai microfoni di Sky Sport.

di Redazione ITASportPress

In questo periodo la Lega di Serie A è divisa in due fazioni. Da una parte chi vuole proseguire con il campionato, dall’altra che invece è a favore della sospensione. Una cosa è certa. Il campionato ripartirà solamente quando le condizioni sanitarie e di sicurezza lo permetteranno.

HELLAS VERONA – Anche l’Hellas Verona tramite le parole del presidente Setti ha fatto sapere la sua volontà: “Spero di giocare con i tempi che la FIFA e la UEFA potranno trovare. Secondo me finire il campionato è un modo per dare un po’ di gioia a tutta la popolazione che ha bisogno del calcio. Secondariamente, avere anche un ritorno economico diverso perchè comunque tanti settori sono in difficoltà e io mi auguro che la vita riparta e il calcio riparta. Quando arriviamo alle ferie avremo chiuso un brutto capitolo della nostra vita e molto lentamente si riparte per fare qualcosa di nuovo, un campionato nuovo e qualche cosa di bello”.

STIPENDI – Riguardo alla spinosa questione legata agli stipendi, queste sono state le sue parole: “In una situazione del genere, molto paragonabile ad una guerra, credo ci sia da sedersi intorno ad un tavolo con grande serenità e grande disponibilità e intelligenza da parte di tutti e trovare una soluzione che soddisfi entrambe le parti“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy