Vieri: “Milan, adesso si conosce il padrone. Scudetto? Juve, poi Inter”

Vieri: “Milan, adesso si conosce il padrone. Scudetto? Juve, poi Inter”

L’ex attaccante giudica le big di A

di Redazione ITASportPress

“Non se l’aspettava nessuno un colpo cosi’, non pensavo nemmeno andasse via dal Real ma appena hanno capito che c’era l’occasione, l’hanno presa al volo: e’ uno dei giocatori piu’ forti del mondo, lui e Messi sono di un’altra categoria, vivono su un altro pianeta”. Christian Vieri applaude la Juventus per il colpo Cristiano Ronaldo, un giocatore che “dara’ una grande mano per la Champions” ma non solo. “Prima o poi la Juve un campionato lo perdera’ ma poi riprenderebbe a vincere subito perche’ ha una rosa molto piu’ forte di tutte le altre squadre italiane. Anche quest’anno partono in vantaggio – le sue parole a Sky – Gia’ avevano una supersquadra e con Ronaldo sono una categoria avanti a tutti gli altri”. Ma anche l’Inter si sta muovendo e bene. “Spalletti e’ furbo, e’ bravo, hanno preso buoni giocatori e zitti zitti stanno facendo una grande squadra, rispetto all’anno scorso si e’ rinforzata”. Un capitolo a parte merita il Milan, oggi passato ufficialmente in mano a Elliott. “Fino ad oggi e’ stato una ‘banda’ dove non si capiva chi era il padrone, chi decideva. Ora vediamo se riesce a fare qualcosa di importante: il Milan e’ una societa’ gloriosa che merita di stare dove dovrebbe. Negli ultimi anni non e’ stato un buon Milan e dispiace, deve fare le cose per bene. Gattuso? Sa quello che deve fare, da quando e’ arrivato ha migliorato la squadra, vediamo se gli prendono un po’ di giocatori”. Ultima battuta sull’Italia assente in Russia. “Cosa ho pensato dopo la Svezia? Non cose belle. L’Italia deve fare i Mondiali ogni quattro anni, poi puo’ pure uscire al primo turno ma deve esserci. Non esiste che un Paese come il nostro non faccia i Mondiali”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy