Wanda Nara in lacrime: “Togliere la fascia a Icardi è stato come tagliargli una gamba. Vogliamo restare…”

Wanda Nara in lacrime: “Togliere la fascia a Icardi è stato come tagliargli una gamba. Vogliamo restare…”

Dopo le parole della showgirl è intervuto al telefono anche Beppe Marotta

di Redazione ITASportPress
Icardi e Wanda Nara

Era tanto attesa la puntata domenicale di Tiki Taka, soprattutto per quelle che sarebbero state le parole di Wanda Nara in merito al caso che ha visto coinvolto Mauro Icardi, ormai ex capitano dell’Inter.

A sorpresa, però, nessuna polemica, anzi. Lacrime e voglia di tornare ad essere importante per la squadra. Ha stupito, infatti, il pianto della nota showgirl e agente durante il suo racconto dei fatti.

INSIEME – Parole distensive e con un preciso obiettivo: tornare a far parte del gruppo nerazzurro: “L’Inter è la nostra famiglia e non ce ne vogliamo andare, non vogliamo lasciare il club”. E sulla fascia tolta a Icardi: “Alcuni dicono che una fascia non ti cambia: a Mauro è come se avessero tolto una gamba. Gioca con questa maglia con orgoglio, tutti sanno che persona è, non ha mai pensato ai soldi. Mauro ci tiene tantissimo alla maglia e alla fascia, che ha sempre portato con orgoglio e l’ha sempre onorata. Tutta la nostra famiglia è interista, Mauro è il primo a credere in questa squadra e vuole trascinarla. Se le mie dichiarazioni hanno dato fastidio? Non ho avuto alcuna avvisaglia. Siamo continuamente in contatto con l’Inter, con loro ho fatto riunioni di tre ore. Per me la decisione è stata una sorpresa, l’ho saputo tramite Twitter”.

LACRIME – E poi arrivano anche le lacrime, complice una telefonata con l’ex patron Massimo Moratti: “Ci siamo parlati, gli ho inviato un messaggio per ringraziarlo perché Mauro stava malissimo. Gli ho chiesto se poteva darci una mano per farlo giocare, perché mio marito stava male. È una situazione che si deve risolvere”.

SASSATA – Commenta anche l’episodio di violenza, subito solamente pochi giorni fa: “È successo mentre accompagnavo mio figlio a calcio: non volevo farlo sapere, ma avendo fatto una denuncia alla fine si è saputo. Non potevo chiamare Mauro perché dormiva e nemmeno la mia famiglia perché sta in Argentina, la mia famiglia è l’Inter e ho chiamato loro, poi ho ricevuto la telefonata di Marotta”.

MAROTTA – Il colpo di scena arriva poco dopo le dichiarazioni di Wanda Nara. A chiamare agli studi televisivi di Canale 5 è lo stesso ad Beppe Marotta: “Ho sentito piangere Wanda e mi dispiace. Vogliamo stemperare la tensione e rassicurare sia lei sia Mauro Icardi. Quello che facciamo lo facciamo per il bene di Mauro, di Wanda stessa, dell’Inter e dei tifosi. È una scelta presa a malincuore, per i motivi che sappiamo e che non vanno esternati in questa sede, che però non mette in dubbio il percorso tecnico che prevediamo per Mauro. C’è molta serenità, nulla è compromesso”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy