Bari, presidente Giancaspro indagato per bancarotta. Poi la smentita

Guai in vista per il club pugliese con il massimo dirigente nel mirino della Guardia di Finanza

di Redazione ITASportPress

C’è anche il presidente del Bari calcio, Cosmo Antonio Giancaspro, fra gli indagati in una inchiesta della procura di Trani su una presunta bancarotta fraudolenta del Gruppo Ciccolella di Molfetta, società operante nel settore della floro-vivaistica. Il nucleo di polizia economico-finanziaria della Guardia di finanza di Bari è al lavoro per il sequestro di documentazione cartacea e informatica e per perquisizioni domiciliari nell’ambito dell’operazione ‘Back to Malta’.

Perquisizioni anche nella sede della Fc Bari 1908: il presidente Giancaspro risponderebbe solo di riciclaggio per una operazione bancaria sospetta, che non riguarderebbe la società sportiva.

I destinatari delle perquisizioni sono i tre fratelli Corrado, Vincenzo e Antonio Ciccolella, gli avvocati baresi Michele Bellomo e Francesco Quarto, il commercialista Gianluca Petrera di Bari e il presidente del Fc Bari Cosmo Antonio Giancaspro di Molfetta. Gli indagati rispondono, a vario titolo, dei reati di bancarotta fraudolenta e riciclaggio.

Dalle indagini dei finanzieri, coordinate dal pm di Trani Silvia Curione, sono emerse “distrazioni di fondi della Ciccolella Spa (società il quotata in borsa e fallita nel gennaio 2015) e conseguente riciclaggio – spiegano dalla procura di Trani – tramite complessi passaggi di denaro e quote societarie tra società infragruppo e soggetti operanti in Italia e in Paesi esteri (Malta e Gran Bretagna)”. Lo riporta la Repubblica.it

In serata è giunto il comunicato di Giancaspro:

In relazione alle notizie diffuse in data odierna dagli organi di informazione sugli accertamenti compiuti dalla Guardia di Finanza di Bari su delega della Procura della Repubblica di Trani, FC Bari 1908 SpA, al solo scopo di evitare l’alimentarsi di voci incontrollate e totalmente prive di fondamento, comunica la propria assoluta estraneità ai predetti accertamenti.

Nessuna perquisizione, sequestro o anche soltanto acquisizione di atti ha riguardato FC Bari 1908 SpA.

Per completezza di informazione, si comunica che il Dott. Cosmo Antonio Giancaspro è stato destinatario di un decreto di perquisizione disposto dall’Autorità Giudiziaria di Trani in cui si prospetta l’ipotesi di riciclaggio della somma di denaro di euro 600mila, ricevuta dalla Masa Srl, rappresentata dall’avv. Michele Bellomo.

Come assicura il Dott. Cosmo Antonio Giancaspro, nessun riciclaggio può minimamente ipotizzarsi a suo carico, in quanto tra lui e la Masa Srl è intervenuta solo una trattativa immobiliare riguardante la promessa di compravendita di un’unità immobiliare per la quale è stata corrisposta al promittente venditore Giancaspro la somma di euro 600mila (peraltro a mezzo di bonifico), poi integralmente restituita al promittente acquirente (e sempre a mezzo di bonifico) nel momento in cui la trattativa non si è più perfezionata.

In ogni caso si esprime piena fiducia nella magistratura a cui i legali del Dott. Cosmo Antonio Giancaspro chiederanno solo di accertare con tempestività la sua palese estraneità all’ipotesi di reato in questione.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy