Campedelli sbotta: “I vertici vogliono che il Chievo sparisca. Li accontenteremo…”

Il proprietario del club veneto è infuriato dopo la sfida contro il Monza

di Redazione ITASportPress

Il Monza passa sul campo del Chievo Verona grazie a un gol di Mario Balotelli, ma l’arbitraggio fa discutere. Ai gialloblu non è piaciuta la decisione di espellere Garritano. L’episodio ha dato il via a riflessioni piuttosto drastiche da parte del presidente Luca Campedelli.

FURIA

Il numero uno del Chievo si lascia andare a considerazioni davvero drastiche. Queste le sue parole riportate da trivenetogoal.it: “Su Garritano c’è stata un’entrata da codice penale, come si dice in questi casi. Questo ci ha danneggiato anche perché adesso ha una bella distorsione e non so per quanto ne avrà. In quella situazione l’arbitro ha fatto continuare l’azione in maniera veramente per me inspiegabile. A questo punto inizio a pensare che il Chievo sia meglio se sparisca, perché, se questo è quello che vogliono i vertici federali, è quello che faremo. Non è possibile che ci sia questo accanimento nei confronti dei Chievo, ormai sono tre o quattro anni che andiamo avanti con questo accanimento e sinceramente ora basta. Sono veramente stanco e qui parlo da tifoso. Questa è stata una lunga partita incommentabile, una direzione di gara per me non all’altezza del gioco del calcio”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy